GOOD CHARLOTTE


GOOD CHARLOTTE 
3 FEBBRAIO 2019 

L’ATTESISSIMO RITORNO IN ITALIA DI UNA DELLE BAND 
CHE HANNO SCRITTO LA COLONNA SONORA DEGLI ULTIMI 15 ANNI



I Good Charlotte sono finalmente pronti a ritornare in Italia, e tornano in grande stile come solo loro possono fare. La band dei fratelli Madden sarà nel nostro Paese per un’unica attesissima data domenica 3 febbraio 2019 all’Alcatraz di Milano, ma non è tutto: il gruppo ha anche annunciato l’uscita di un album nuovo di zecca, Generation RX, il 14 settembre. Il concerto sarà quindi un’occasione unica di rivedere la band all’opera e di ascoltare le esplosive canzoni del nuovo disco.

Formatisi a metà anni ’90, i Good Charlotte hanno letteralmente sollevato di peso il pop punk, contribuendo in maniera decisiva a portare il genere alle grandi masse radiofoniche e televisive. Già il disco d’esordio self-titled Good Charlotte, del 2000, contiene hit quali Little Things e Festival Song, ma è con The Young and the Hopeless del 2002 che la band viene catapultata nel mondo delle star musicali. Canzoni come The Anthem e Lifestyles of the Rich & Famous entrano da subito nell’immaginario collettivo, diventando la colonna sonora quotidiana di milioni di ascoltatori dai primi anni 2000 fino ai giorni nostri.

Il successo planetario della band non fa che crescere. Con The Chronicles of Life and Death (2004) i Good Charlotte raggiungono vette sempre più elevate sfondando ogni porta del mainstream grazie a hit come I Just Wanna Live o We Believe: tanto quest’album come il successivo Good Morning Revival (2007) diventano ben presto più volte dischi di platino. Dopo l’uscita di Cardiology nel 2010, la band decide di prendersi una pausa per concentrarsi sui propri impegni personali. “Siamo cresciuti facendo parte della band sin da ragazzini e quindi per tutta la nostra vita non abbiamo fatto altro che suonare. Avevamo tutti bisogno di prenderci una pausa per capire che persone fossimo al di fuori della band e per crescere e maturare a livello personale”, ha dichiarato in merito il chitarrista Benji Madden.

Benji e il fratello Joel lanciano un proprio progetto musicale, The Madden Brothers, e al contempo collaborano con alcune delle band pop punk più in vista del momento (su tutte, i 5 Seconds of Summer) come compositori e produttori. La voglia di rimettersi in gioco però è più forte di qualsiasi cosa: nel 2015 Benji e Joel Madden decidono di mettere fine al periodo di pausa, e a inizio 2016 i Good Charlotte compiono il grande ritorno con il disco Youth Authority, prodotto dal guru del rock moderno John Feldmann.

Il ritorno della band è accolto entusiasticamente, come testimoniano le recensioni di Youth Authority e ancora di più il successo dei tanti tour che i Good Charlotte intraprendono, suonando anche nei maggiori festival americani ed europei. Sull’onda del successo, la band sigla un accordo con l’etichetta BMG per la pubblicazione di Generation RX, il nuovo album dei Good Charlotte, uscito il 14 settembre 2018, seguito da un tour europeo che porterà la band nelle principali piazze del continente fra cui l’unica data italiana di Milano.

Gli Sleeping with Sirens, nati in Florida nel 2009, hanno contribuito in maniera fondamentale alla scena post-hardcore con i propri primi dischi, tanto che album come With Ears to See and Eyes to Hear (2010) e Let’s Cheers to This (2011) sono considerati delle pietre miliari del genere. Con Feel (2013) la band ha trovato anche la consacrazione commerciale, riuscendo a debuttare al terzo posto della classifica Billboard degli album più venduti. Il successo ha permesso alla band di espandere il proprio sound e il proprio pubblico con i successivi Madness (2015) e Gossip (2017), nei quali il gruppo ha anche esplorato sonorità pop rock.

I Boston Manor sono fra le giovani band più in crescita negli ambienti emo/pop punk. Messi sotto la propria ala protettrice da Pure Noise Records fin dai loro esordi, i cinque ragazzi di Blackpool hanno debuttato con Be Nothing nel 2016. Spinto dal memorabile singolo Laika, l’album ha fatto breccia nel cuore di decine di migliaia di fan della scena underground, preparando il terreno per l’arrivo di Welcome to the Neighbourhood, il secondo album, pubblicato a settembre 2018. Sul disco si nota la sapiente mano del produttore Mike Sapone, coartefice dei successi di un pilastro della scena come i Brand New: i Boston Manor si presentano con un sound più maturo e rinnovato, in un album che tutte le principali riviste del settore hanno già decretato fra i migliori del 2018.

Di seguito i dettagli della data:

GOOD CHARLOTTE
+ Sleeping with Sirens 
e Boston Manor 
+ The Dose



3 febbraio 2019
ALCATRAZ | MILANO
Ingresso: 35,00 € + d.d.p.




Ron


Ron

Lucio a teatro!

23 Gennaio 2019
Teatro Toniolo Mestre



Nell’anno del suo 75esimo compleanno, Ron  porta in teatro l’omaggio all’amico Lucio Dalla, a cui è stato legato da un lungo sodalizio artistico. 
Il concerto sarà l’occasione per celebrare, a poco più di sei anni dalla scomparsa, il talento di uno dei maggiori fenomeni musicali dell’Italia contemporanea, capace di farsi ricordare per sempre dai fan e dal panorama musicale e artistico del nostro Paese.
Oltre al brano Almeno pensami presentato a Sanremo 2018, proporrà molti successi intramontabili di Dalla- tra cui Tu non mi basti mai, Canzone e Attenti al lupoAnimaAnna e MarcoFuturaHenna e altri celebri brani del cantante bolognese, rivisti e riarrangiati con sonorità vicine al mondo Ron, senza per questo snaturarne l’originale bellezza. Nel corso del concerto, inoltre, Ron ripercorrerà i mille volti della carriera di Lucio Dalla, svelando aneddoti e storie inconsuete legate alla vita del cantautore in uno spettacolo ricco di emozioni.



Rosalino Cellamare, in arte Ron (Dorno, 13 agosto 1953), è uno dei più importanti e amati cantautori italiani. La sua carriera inizia nel 1970 quando, non ancora diciassettenne, sale sul palco del Festival di Sanremo con "Pa’ diglielo a Ma’", conquistando da subito notorietà e favore del pubblico.

Negli anni ‘70, Rosalino mette le basi per la sua carriera: l’amicizia e la collaborazione con Lucio Dalla (si deve a lui anche la scelta del nome Ron), la stesura delle prime musiche (di Ron e Lucio, ad esempio, è “Piazza Grande”, che Dalla porterà a Sanremo nel 1972), gli album sperimentali, i concerti impegnati (tra cui il celebre “Banana Republic”, con Dalla e De Gregori nel 1979) e una parentesi nel cinema (“Lezioni private”, “In nome del Papa Re”, “L’Agnese va a morire”, “Turi e i Paladini”, “Mascagni”) formano l’artista e lo lanciano definitivamente nel mondo della musica italiana.
Nel decennio successivo, grazie ad album di successo come “Una città per cantare”, “Al centro della musica” e “Guarda chi si vede” (contenente “Anima”, canzone vincitrice del Festivalbar del 1982), Ron diventa uno degli artisti italiani più amati e consolida il suo successo tra gli addetti ai lavori ed il grande pubblico, tanto che, nel 1986, il regista Mario Monicelli inserisce nel suo "Speriamo che sia femmina” la fuga di casa delle protagoniste proprio per assistere ad un concerto dell’artista.
Tra il ’90 e il ’96 nascono alcune sue canzoni entrate di diritto nella storia della musica italiana, come “Attenti al lupo”, “Non abbiam bisogno di parole”, “Le foglie e il vento” e "Vorrei incontrarti fra cent’anni”, con la quale vince, sul palco con Tosca, il 46° Festival di Sanremo.
Seguono anni in cui le collaborazioni con altri artisti, la voglia di mettersi in gioco e l’impegno nel sociale segnano significativamente la produzione di Ron, a cominciare dall’album “‘70/’00”, in cui duetta con amici e colleghi conosciuti durante il corso della sua carriera, passando dal “Fab Four tour” dell’estate del 2002 con Fiorella Mannoia, Pino Daniele e Francesco De Gregori, sino ad arrivare nel 2006 al cd “Ma quando dici amore” (i cui proventi furono devoluti a favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica per la lotta contro questa terribile malattia neurodegenerativa) e, nel 2008, a "Quando sarò capace d’amare”.
Dopo cinque anni dall’ultimo lavoro discografico e tanta contaminazione anglo - americana, Ron ritorna nel 2013 con “Way Out”,offrendo con esso le sonorità e l’atmosfera della musica che da sempre ama e ascolta. L’anno dopo, il 2014, è la volta del successo di pubblico del brano “Un abbraccio unico” , presentato al Festival di Sanremo e contenuto nell’omonimo album.
A dieci anni da quel primo album di duetti e d’impegno contro la SLA, nel 2016 Ron esce con "La forza di dire sì”, doppio cd contenente 24 duetti e 2 canzoni inedite, i cui proventi saranno anche questa volta devoluti alla ricerca contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica.
Nel 2017, dopo la partecipazione a Sanremo, viene ripubblicato l'album “La forza di dire sì” al quale vengono aggiunti due inediti:“L' ottava meraviglia” e “Ai confini del mondo”.
Nel 2018, Ron partecipa al 68° Festival di Sanremo con il brano inedito di Lucio Dalla "Almeno Pensami” dove vince il premio della critica"Mia Martini”, classificandosi al quarto posto. Segue l'uscita dell'album "Lucio!", un omaggio all'amico Lucio Dalla attraverso la reinterpretazione di 12 tra le sue canzoni più amate, che Ron trasforma in uno spettacolo che porta in giro nei migliori teatri.




URIAH HEEP


URIAH HEEP

GIOVEDÌ 31 GENNAIO
NEW AGE TREVISO



il ritorno della rock band inglese!

URIAH HEEP tornano con il botto: 

il 14 settembre è uscito il loro 




e la storica rock band inglese si prepara a salire sui palchi 
di tutta Europa con il nuovo tour!


La band arriverà in Italia per ben quattro appuntamenti 

assolutamente da non perdere…

Ecco di seguito i dettagli delle date Italiane:

URIAH HEEP

New Age Club
01.02 LAGUNDO (BZ), Peter Tahlgutehaus
02.02 CESENA, Vidia
03.02 TREZZO SULL’ADDA (MI), Live Club

Prezzo del biglietto in prevendita: € 30,00 + dp
Prezzo in cassa la sera dello show: € 35,00



MOTOR BIKE EXPO 2019


FOTO RRREMIREALROCK



MOTOR BIKE EXPO 

VERONA 2019


Motor Bike Expo è un evento riconosciuto 
come il più importante e prestigioso al mondo 
per la moto personalizzata. 
Raduna a Verona oltre 167.000 visitatori, superandosi anno dopo anno e confermandosi 
cuore pulsante del panorama 
motociclistico internazionale. 
Un appuntamento di riferimento per i più importanti brand del settore motociclistico che spaziano dalle Special allo Sport, coinvolgendo anche il mondo 
dell’Off-Road e del Turismo.




PROGRAMMA
PROGRAMMA 2019



GIOVEDÌ 17 GENNAIO

09.00
Apertura al pubblico
09.00
Workshop - Motor Bike Education
Sala Bellini - Centro Congressi Arena
09.30
Workshop - Motor Bike Education
Sala Puccini - Centro Congressi Arena
09.30
Workshop - Motor Bike Education
Sala Rossini - Centro Congressi Arena
11.00
Inaugurazione Motor Bike Expo 2019
Main Stage - padiglione 1
19.00
Chiusura Prima Giornata

VENERDÌ 18 GENNAIO

09.00
Apertura al pubblico
09.00
Workshop - Motor Bike Education
Sala Bellini - Centro Congressi Arena
09.30
Workshop - Motor Bike Education
Sala Puccini - Centro Congressi Arena
09.30
Workshop - Motor Bike Education
Sala Rossini - Centro Congressi Arena
11.00
MWC Misano World Circuit - presentazione programma 2019
Pad. 6 - stand 16L
14.00
Ass. Bikers Cologno al Serio - proiezione docufilm "Festa Bikers"
Sala Puccini - Centro Congressi Arena
15.00
FMI - Conferenza stampa settore Fuoristrada e Mototurismo
Sport Stage - padiglione 7
16.30
OSM - presentazione moto "La Veloce"
stand OSM pad. 1 - 6g
17.00
Motoxracing - presentazione scuola Ladyxracing
Sport Stage - padiglione 7
19.00
Chiusura seconda giornata

SABATO 19 GENNAIO

09.00
Apertura al pubblico
10.00
METZELER - premiazione contest Metzeler
Main Stage - padiglione 1
10.00
Progetto Vivere la Moto - Tavola rotonda sulla sicurezza stradale
Sala Puccini - Centro Congressi Arena
10.30
Motoxracing - premiazione Trofeo R1 Cup e presentazione stagione 2019
Sport Stage - padiglione 7
12.00
MBE Award
Main Stage - pad. 1
12.00
Gentlemen's MC - premiazione Trofeo Italia Naked Zone
Sport Stage - padiglione 7
13.00
FMI - presentazione calendari Turismo
Sport Stage - padiglione 7
14.00
Area Dakar MBE - presentazione
area Dakar pad. 7 - 7ad
14.00
FMI - Premiazione CIV premi speciali e presentazione CIV edizione 2019
Sala Rossini - Centro Congressi Arena
14.30
Team Pedercini Racing - unveiling della moto 2019
Sport Stage - padiglione 7
15.00
Roberto Parodi - presentazione del nuovo libro
Main Stage - padiglione 1
16.00
GRT Yamaha Team - presentazione Team WSBK
Sport Stage - padiglione 7
16.00
Ferro - premiazione bike show "Ferro dell'anno"
pad.4 - 16B stand Ferro Magazine
16.00
FXR Dyna Show - premiazione del contest
stand FXR pad. 3 - 16q
16.30
Kanaloa Viaggi - presentazione
Main Stage - padiglione 1
17.30
AG Motorsport - premiazione Yamaha R125 Cup
Sport Stage - padiglione 7
17.30
Area 51 - presentazione trofeo drifting King of Italy
Sala Puccini - Centro Congressi Arena
19.00
Chiusura terza giornata

DOMENICA 20 GENNAIO

09.00
Apertura al pubblico
10.00
Motoxracing - premiazione Dunlop Cup e presentazione stagione 2019
Sport Stage - padiglione 7
11.00
FMI - premiazione Epoca 2018 e conferenza stampa
Sala Puccini - Centro Congressi Arena
11.30
MC Motolampeggio - premiazione Trofeo Italiano Amatori
Sport Stage - padiglione 7
13.00
Progetto Vivere la Moto - arrivo nel quartiere fieristico di "concentrazione Vivere la Moto"
Quartiere Fieristico
13.30
Suryanation Motorland - premiazione Custom Contest
Main Stage - padiglione 1
14.30
Premiazione contest "Magazine Award"
Main Stange - padiglione 1
16.00
Low Ride - premiazione bike show Top 20
Main Stage Pad. 1
19.00
Chiusura della manifestazione



Sting



Sting 

Estate Live a Padova,
Sting il primo nome.
Il concerto all'Arena Live il 30 luglio



Il tour europeo di Sting, My Songs, partirà la prossima estate con show e concerti in festival prestigiosi. Sting farà tappa in Italia il 30 luglio a Padova all'Arena Live @ Gran Teatro GEOX. 



Il tour europeo di Sting, My Songs, partirà la prossima estate con show e concerti in festival prestigiosi. Sting farà tappa in Italia il 30 luglio a Padova all'Arena Live @ Gran Teatro GEOX.

"My Songs sarà un tour dinamico e divertente che si concentrerà sulle canzoni più amate scritte dall'artista durante la sua prolifica carriera come solista e frontman dei Police, costellata di successi e premi tra cui 16 Grammy Awards. 

I fan avranno modo di sentire hit come "Englishman in New York", "Fields of Gold", "Shape of My Heart", "Every Breath You Take", "Roxanne",
 "Message in a bottle" e tante altre...
"Sting suonerà come sempre accompagnato dalla sua band.


Compositore, cantante, attore, autore e attivista – Sting è nato a Newcastle (Inghilterra) e si è trasferito a Londra nel 1977; lì ha formato i Police insieme 

a Stewart Copeland e Andy Summers. La band ha pubblicato cinque album,
 ha vinto 6 Grammy, 2 Brits e nel 2003 è stata inserita nella 
Rock and Roll Hall of Fame.


Sting






29 luglio al Lucca Summer Festival 
30 a Padova all’Arena Live @ Gran Teatro GEOX.

Sting ha ricevuto come solista 10 Grammy, 2 Brits, 1 Golden Globe, 1 Emmy, 4 nomination agli Oscar (incluso quella per "The Empty Chair" nel 2017), una nomination ai TONY, il Century Awards di Billboard Magazine e il MusiCares Person of the Year nel 2004. È inoltre membro del Songwriters Hall of Fame e nel 2014 ha ricevuto il Kennedy Center Honors, uno dei riconoscimenti più prestigiosi negli Stati Uniti e il Polar Music Prize. Sting è stato inoltre insignito del Dottorato in Musica dall'Università di Northumbria (1992), del Berklee College of Music (1994), University of Newscastle upon Tyne (2006) e Brown University durante la 250esima Cerimonia di consegna dei diplomi. Sting è famoso per il suo supporto ad organizzazioni per i diritti umani, come la Rainforest Fund, Amnesty International e Live Aid. Insieme alla moglie Trudie Styler, Sting ha fondato la Rainforest Fund nel 1989, per proteggere le foreste pluviali del mondo e le popolazioni indigene che ci vivono. L'artista ha tenuto 18 concerti benefici per sensibilizzare e raccogliere fondi per le risorse a rischio del nostro pianeta. Dalla sua nascita, la Rainforest Fund è cresciuta creando una rete di organizzazioni interconnesse che operano in oltre 20 paesi di tre continenti.










APERTURA STRAORDINARIA IL 26 DICEMBRE PER IL NATALE DA FAVOLA A GENAZZANO 
Migliaia di visitatori sono attesi a Genazzano nell'ultimo weekend prima di Natale e per l'apertura straordinaria del 26 dicembre: spettacoli per bambini, la casa di Babbo Natale, gli zampognari e, per la giornata del 23, anche gli sbandieratori di Carpineto Romano!

Nel caratteristico borgo medioevale di Genazzano, in provincia di Roma, continua il Natale da favola con eventi, spettacoli per grandi e piccoli, mercatini, punti ristoro, la pista di pattinaggio sul ghiaccio, la casa di Babbo Natale, l'ufficio postale magico, gli elfi e i personaggi delle favole. 
L'intera città, già nota per l'Infiorata che richiama annualmente migliaia di turisti da ogni parte d'Italia e del mondo, si è vestita già a festa portando allegria, colori e l'atmosfera tipica delle feste natalizie in ogni piazza, nelle vie del centro storico e dentro il castello.
L'evento, promosso dall'amministrazione comunale e dalla Pro Loco, in collaborazione con Ford Car Service Colleferro e MoViTer Genazzano, proporrà momenti di intrattenimento e animazione per tutta la famiglia, e promuoverà eventi per tutto il periodo fino al 6 gennaio, ogni sabato e domenica. 
IL PROGRAMMA DEGLI SPETTACOLI E.. NOVITA', LA MAGIA!- Si riparte nel prossimo week end con gli spettacoli per bambini con una cadenza di 5 repliche al giorno per ogni singola rappresentazione in diversi orari: 11,30, 12,30, 15,30, 17,00 e 18,30. Sabato 22 gli zampognari e domenica 23 dicembre gli sbandieratori di Carpineto Romano sfileranno per le vie della città. 
Dopo questo week end, l'ultimo con la presenza al Castello di Babbo Natale prima dell'arrivo della Befana, ci sarà l'apertura straordinaria del 26 dicembre con la rappresentazione di "Biancaneve: Selfie, Amore e Fantasia".
Il calendario completo degli spettacoli, che proseguiranno fino al 6 gennaio, è sulla pagina facebook Natale a Genazzano e sul sito internet www.nataleagenazzano.it
L'ingresso al Castello rimane gratuito per i bambini fino a 3 anni, ridotto a 5 euro fino ai 12 anni, mentre 10 euro è il costo dei biglietti interi per adulti e bambini sopra i 12 anni. 
In alcune aree della città sarà possibile lasciare la macchina per raggiungere il Castello a piedi o con delle navette bus, che faciliteranno così l'affluenza dei visitatori. 
Per arrivare a Genazzano, città che dista 45 km da Roma e poco più di 50 da Frosinone, è facilmente raggiungibile percorrendo l'autostrada Roma-Napoli: si può uscire a Valmontone e seguire poi le indicazioni per Cave-Genazzano, e in 10 minuti dal casello si arriva a destinazione.

Per contatti:
Pagina Facebook: Natale a Genazzano
Sito Internet: www.nataleagenazzano.it
Infoline: 350.5873298 - 350.5873407

KING CRIMSON


CELEBRATING 50 YEARS


I King Crimson celebreranno nel 2019 il 50° anniversario del gruppo e quale modo migliore, per la leggendaria band capitanata da Robert Fripp, se non un tour mondiale che li vedra’ toccare tre continenti e calcare i palchi dei maggiori festival ed arene estive. 

Location esclusive ospiteranno gli show italiani: 

l’Arena di Verona 
la Palazzina di Caccia a Nichelino  
l’Arena Santa Giuliana di Perugia 

luoghi magici che creeranno, insieme alla musica 
dei King Crimson, un’atmosfera unica. 





Robert Fripp – chitarra, mellotron, guitar synth, soundscapes, 
pianoforte elettrico, tastiera (1969-presente)
Tony Levin – basso, Chapman Stick, sintetizzatore 
(1981-1997, 2003-presente)
Pat Mastelotto – batteria (1994-presente)
Gavin Harrison – batteria (2008-presente)
Mel Collins – sassofono, flauto, fiati, mellotron, cori 
(1970-1972, 2013-presente)
Jakko Jakszyk – chitarra, voce (2013-presente)
Jeremy Stacey – batteria, tastiera, cori (2016-presente)
Bill Rieflin – batteria (2013-2015), tastiera (2013-2015, 2017-presente)


Da quando, nel 2014, la band e’ tornata ad esibirsi dal vivo, con show acclamati dalla critica che hanno fatto registrare il sold out in tutto il mondo inclusi 2 incredibili concerti nell’Anfiteatro degli Scavi di Pompei, già casa dei Pink Floyd, il pubblico è stato reinventato, tanto quanto la band stessa:
"A Pompei, una grande percentuale del pubblico era composta da giovani coppie; i King Crimson sono entrati nel mainstream in Italia. Ho camminato sul palco sapendo che la posizione di questa band nel mondo aveva cambiato livello." Robert Fripp

Con il cinquantesimo anniversario, pare che un pubblico più ampio sia finalmente pronto ad accogliere i King Crimson. Un processo che è cominciato quando Kanye West ha usato un sample di "21st Century Schizoid Man" per la sua hit "Power" del 2010 e adesso vede la loro canzone "Starless" come colonna sonora delle scene di apertura nel nuovo film del 2018 di Nicholas Cage, "Mandy".
I concerti di tre ore serrate della band includono materiale proveniente da dodici dei loro tredici album in studio, tra cui molte canzoni dal loro capolavoro del 1969, "In The Court Of The Crimson King". La nuova line-up di otto membri suona molti pezzi storici che i Crimson non hanno mai suonato dal vivo, così come nuovi arrangiamenti di classici dei Crimson. - "la musica è nuova, in qualunque momento sia stata scritta." Ci sono anche nuovi bani strumentali e nuove canzoni, così come le composizioni dei tre batteristi, Pat Mastelotto, Gavin Harrison e Jeremy Stacey, uno dei momenti salienti dei concerti. Uno show unico, dove otto dei migliori musicisti del mondo suonano musica senza distrazioni od ornamenti.

Ecco quello che la stampa ha scritto riguardo al loro tour :

"Jimi Hendrix li ha visto al Marquee nel 1969 e ha dichiarato che fossero la miglior band del mondo. Sotto molti punti di vista, dopo circa mezzo secolo, lo sono ancora."
- ERIC THIESSEN, All About Jazz

"Fripp e la sua band hanno offerto una performance impeccabile in due parti. Nessuna melodia, nessuna lungaggine, solo musicisti al meglio della loro arte."
- IAN BUSSIÈRES La Presse, Quebec.

"L'unicità di vedere ciascuno di questi esperti musicisti all'opera è praticamente indescrivibile e deve essere una cosa da provare live per abbracciare completamente la loro visione - immaginatevi otto maestri pittori al lavoro ognuno con il proprio stile ma su una tela comune e comincerete ad avere un'idea della cosa "
- WE HEART MUSIC, Minneapolis

"Nella nostra ultima sera al festival, siamo stati testimoni di un concerto che ha inevitabilmente provato di esserne il piatto forte... La miscela di stati d'animo, melodia, aria e atmosfera ha incantato il pubblico che ha risposto con frequenti standing ovation." – LEE ZIMMERMAN, Goldmine Magazine





PATTI SMITH

Copyright RRREMIREALROCK

Words and Music
con Tony Shanahan 
17 dicembre Brescia, Chiesa di San Giuseppe


Instancabile e sovversiva, la sacerdotessa del rock torna nel Bel Paese accompagnata sul palco dal fidato Tony Shanahan al piano e chitarra.
Cattedrali, chiese e teatri saranno i contesti esclusivi per questa serie di concerti-reading dell’artista newyorchese, in un percorso mistico e artistico che solo in un Paese ricco e meraviglioso come l’Italia è possibile compiere.
Lunedì 17 dicembre sarà ospite di GardaMusei Tener-a-mente presso la Chiesa di San Giuseppe del Museo Diocesano di Brescia, nel cuore del centro storico della città. La splendida chiesa-convento, di origine cinquecentesca, ospita tra l’altro i sepolcri di alcune grandi e antiche personalità della musica, dall’organaro Costanzo Antegnati al compositore barocco Benedetto Marcello, fino a Gasparo da Salò, considerato l’inventore del violino moderno.
Cantante, cantautrice e poetessa, Patricia Lee Smith, in arte Patti Smith, è nata il 30 dicembre 1946 a Chicago, Illinois. Nel 1950 si trasferisce con la famiglia a Philadelphia e poi nel New Jersey. La maggiore di quattro figli, Patti Smith è sempre stata una bambina alta, allampanata, malaticcia, con un occhio sinistro pigro. Comportamenti timidi che mai avrebbero fatto pensare che Patti avrebbe potuto trasformarsi nella rockstar innovativa che sarebbe poi diventata. Tuttavia, Patti racconta di aver sempre saputo di essere destinata alla grandezza: “Quando ero una ragazzina, ho sempre saputo che avevo qualcosa di speciale dentro di me. Voglio dire, non ero attraente, non ero molto comunicativa, non ero molto intelligente, almeno a scuola. Non ero nulla di tutto ciò, e non ho mai dimostrato al mondo che ero qualcosa di speciale, ma ho avuto questa enorme speranza per tutto il tempo ed è questo lo spirito che mi ha mantenuto forte… ero una bambina felice perché avevo la sensazione che sarei andata oltre il mio corpo fisico..”.
Erano gli anni ’60 quando la giovanissima Patti Smith, poco più che ventenne, si trasferisce nella vibrante New York per trovare la sua strada. Il resto è storia: dalla chiacchierata relazione con il fotografo Robert Mapplethorpe fino alle primissime esibizioni nello storico CBGB’s, senza tralasciare il contratto con la Arista e la pubblicazione di “Horses”, uno dei migliori album della storia del rock.

Patti Smith si è conquistata di diritto un posto 
nell’olimpo delle leggende del rock.

Copyright RRREMIREALROCK


Senza dubbio tra gli artisti più influenti di sempre, cantautrice e poetessa di enorme talento, Patti viene spesso citata da illustri colleghi come grande fonte di ispirazione, da Michael Stipe (R.E.M.) a Morrissey e Johnny Marr (The Smiths), da Madonna agli U2 a molti altri.
Brani come “People Have The Power”, “Gloria” (cover del brano dei Them di Van Morrison), “Dancing Barefoot” e “Because The Night” (scritta insieme a Bruce Springsteen) sono vere e proprie pietre miliari della musica e dell’immaginario collettivo.
NOTA: per preservare le numerose opere d’arte che vi sono contenute, la chiesa di San Giuseppe potrebbe essere fredda. Si consiglia un abbigliamento adeguato.

DATE 
16 dicembre Padova, 
Sala dei Giganti - Palazzo Liviano







L’Associazione Italo-Croata invita tutti gli amici e i soci alla
cena conviviale per ricordare i 25 anni della fondazione dell’Associazione Italo-Croata, Roma e per lo scambio degli auguri natalizi.

Vi aspettiamo in gran numero sabato 15 dicembre 2018 alle ore 20:30
Ristorante Arturo all’Antica Aurelia
Via Aurelia Antica, 413, 00165 Roma
(Vicino a Piazza Irnerio)

Per confermare la partecipazione alla Cena si chiede cortesemente di chiamare, entro il 10 dicembre al numero 3407859710, oppure di inviare una e-mail a: info@associazioneitalocroata.com
Il costo della cena a base di pesce (oppure vegetariana) è di €35,00 per gli adulti mentre i bambini possono scegliere il menu à la carte. L'importo si può versare a:
Associazione Italo-Croata onlus Via Sommacampagna, 9 - 00185 Roma
Banca Prossima Piazza Paolo Ferrari, 10 20121 Milano
IBAN: IT 79L0335901600100000118846
Grazie per la disponibilità.

Hrvatsko-talijanska udruga iz Rima poziva sve prijatelje i članove na svečanu večeru povodom 25. godišnjice osnivanja Udruge. Tom prigodom razmijenit ćemo i čestitke za nastupajuće blagdane.

Večera će se održati 15. prosinca u 20:30 h u restoranu Arturo all'Antica Aurelia, Via Aurelia Antica, 413, 00165 Roma.
Veselimo se Vašem dolasku.

Molimo Vas da potvrdite Vaše sudjelovanje do 10. prosinca na: 0039 340 7859710 ili na e-mail Udruge: info@associazioneitalocroata.com s tim da navedete koji ste menu izabrali riblji ili vegeterijanski.
Cijena večere je E.35.00 za odrasle, dok djeca mogu izabrati po želji.
Iznos možete uplatiti na: Associazione Italo-croata onlus Via Sommacampagna, 9 - 00185 Roma
Banca Prossima Piazza Paolo Ferrari, 10 20121 Milano
IBAN: IT 79L0335901600100000118846
Zahvaljujemo unaprijed na Vašoj susretljivosti.


L’Associazione Italo – Croata di Roma è nata nel 1993 quando la Croazia fu immersa nella guerra cercando di proteggere il suo popolo con il ricco patrimonio culturale ed economico.
Nasce come risultato di attività umanitaria che iniziò con i primi attacchi bellici verso la fine del 1991, in quegli anni venero organizzate raccolte alimentari e finanziarie; "Comitato Pro Croazia" e "Amici di Dubrovnik" a Roma sensibilizzando la popolazione romana per soccorrere la Croazia. Queste iniziative hanno permesso un approfondimento dettagliato della situazione croata per gli amici italiani.
Diverse raccolte umanitarie sono state organizzate e spedite in Croazia e in Bosnia ed Erzegovina grazie ai volontari che a seguito hanno gettato le fondamenta per la nascita dell’associazione fatta dai croati italiani e dagli italiani croati. Alla fine del 1993, dopo un’intensa preparazione e incontri con personalità politiche e in stretta collaborazione con le nostre Ambasciate in Italia e presso la Santa Sede, assieme al Collegio Croato di San Girolamo, abbiamo fondato l’Associazione Italo - Croata Roma.
Con il finire della guerra patriottica l’Associazione inizia occuparsi di più del campo socio culturale: con l’intenzione di promuovere la cultura croata in Italia - attraverso la musica, l'arte e la cinematografia; nel formare rapporti bilaterali e nella reciprocità tra l'Italia e la Croazia. L’Associazione ha rapporti intensivi con la storica minoranza croata a Molise.
Dall'inizio, la principale attenzione si è focalizzata sulla lingua. Essendo il croato una delle lingue riconosciute delle minoranze in Italia, assieme al Ministero dell'Istruzione Croato, si è organizzata la scuola della lingua e cultura croata per i ragazzi dai 5 fino ai 18 anni. Inoltre da diciotto anni l’Associazione organizza corsi di lingua e cultura croata per gli adulti. I corsi, della durata di otto mesi, si svolgono nella sede dell'associazione in piazza Augusto Imperatore e sono suddivisi in tre livelli: il corso per i principianti, il livello avanzato e il corso di conversazione.
Molti italiani (e non solo) decidono di imparare questa affascinante e peculiare lingua per legami familiari, esigenze lavorative, per religiosità oppure per curiosità verso la cultura della vicina Croazia.
Oltre la scuola di lingua, l'associazione pubblica la rivista bilingue "Zajedno - Insieme", che da più di vent'anni documenta le rassegne della cultura croata in Italia, le mostre degli artisti croati, i seminari, i concerti di musicisti croati; raccontando i protagonisti che nel tempo hanno rafforzato una rete di amicizia tra i due popoli e paesi.
Oggi, l'Associazione Italo - Croata Roma continua a essere quel pilastro e punto di incontro della cultura croata a Roma, in stretta collaborazione con due ambasciate croate e con la Chiesa croata di San Girolamo e il suo Collegio Pontificio di San Girolamo in via Di Ripetta.

The Bowie Collective





Un viaggio nella mente del ‘Rock’n’Roll Alien’

Magazzini Generali
Milano 11 Aprile 2019


UNICA DATA ITALIANA



Un incredibile viaggio di dure ore attraverso i migliori pezzi di 


David Bowie. 
Questo ensamble composto da musicisti, artisti e perfrormers riproduce i pezzi piu’ iconici di Bowie, mantenendo una cura per i dettagli certosina, resa ancora piu’ completa grazie all’uso magistrale di luci, sfondi ed effetti visivi.
Lodato a pieni voti da Rick Wakeman e Mike Garson, questo eccitantissimo spettacolo e’ un ‘must’ sia per i fan di Bowie che per i curiosi, ed e’ adatto a giovani e giovani nel cuore!
Dalle atmosfere cupe di Berlino degli anni 70, fino a ‘Let’s Dance’, 
Bowie Collective ne fa la loro missione di regalarvi un’esperienza fantastica, 
lo show di Bowie che avreste voluto vedere, e che non dimenticherete.

Rick Wakeman
“Eccellente, Bowie sarebbe orgoglioso di voi!”
Mike Garsoòn


“Il miglior tributo a Bowie che abbia mai visto”


Ticket: 25 EURO


ARA MALIKIAN
 "The Incredible World Tour of Violin"

Tra i più brillanti ed espressivi violinisti della scena musicale contemporanea,
in grado di combinare la tradizione armena con influenze mediorientali ed europee, dalla musica classica al rock, 
con numerosi premi e riconoscimenti alle spalle -  tra cui il prestigioso Premio Niccolò Paganini -  
dopo il grande successo della prima apparizione italiana sul palco del Primo Maggio a Roma ed il successivo tour,
torna in Italia per una serie di concerti-performance
accompagnato dalla sua band





ARA MALIKIAN

 "The Incredible World Tour of Violin"

martedì 11 dicembre 2018 ore 21:00
FIRENZE – TEATRO OBIHALL
Via della Casaccia, 17
prevendite attive su www.ticketone.it  

giovedì 13 dicembre 2018 ore 21:00
ROMA – AUDITORIUM DELLA CONCILIAZIONE
Via della Conciliazione, 4
prevendite attive su www.ticketone.it

lunedì 17 dicembre 2018 ore 21:00
TORINO – TEATRO COLOSSEO
prevendite attive su www.ticketone.it

martedì 18 dicembre 2018 ore 21:00
GENOVA – POLITEAMA GENOVESE
Via Nicolò Bacigalupo, 2
prevendite attive su www.ticketone.it
il concerto di Genova è realizzato in collaborazione 
con Palazzo Ducale e la mostra
"Paganini Rockstar"
 in programma a 
Palazzo Ducale dal 19 ottobre 2018 al 10 marzo 2019 

giovedì 20 dicembre 2018 ore 21:00
PADOVA – GRAN TEATRO GEOX
Via Tassinari, 1
prevendite attive su www.ticketone.it www.fasticket.it

informazioni su come acquistare i biglietti:


Il concerto di Genova è realizzato in collaborazione con la mostra

"Paganini Rockstar", in programma a

Palazzo Ducale dal 19 ottobre 2018 al 10 marzo 2019. Ara Malikian, vincitore del prestigioso Premio Paganini (1988) e definito il "nuovo Paganini del violino", omaggerà la città di Genova con uno speciale concerto in programma il 18 dicembre al Politeama Genovese, un omaggio alla mostra "Paganini Rockstar" ed alla città natia di uno tra i violinisti e compositori più importanti della storia della musica. Palazzo Ducale dedica infatti a Niccolò Paganini una grande mostra con l'intento di raccontare, attraverso una narrazione contemporanea dal carattere fortemente ipertestuale, la figura del musicista che ha profondamente rivoluzionato la musica classica, mettendone in luce tutta la modernità. La mostra "Paganini Rockstar" è una vera e propria messa in scena dell'artista - il racconto della nascita di un mito, la sua costruzione vista dal backstage - elementi che rivelano la straordinaria modernità di Paganini, tanto da poterlo considerare come una vera e propria rockstar ante litteram, precursore di stili, movenze ed espressioni tipicamente moderne.


www.paganinirockstar.it





ARA MALIKIAN

Enfant prodige, Ara Malikian inizia a suonare il violino sin da piccolo, guidato dal padre. Il suo talento è presto riconosciuto ma la guerra civile nel suo paese d'origine, il Libano, costringe il giovane artista a lasciare la patria. A dodici anni Malikian si esibisce nel suo primo importante concerto e due anni dopo è il più giovane studente ammesso alla prestigiosa scuola di musica ad Hannover, in Germania. I suoi studi si allargano al teatro, frequentando la Guildhall School of Music & Drama a Londra. Nel frattempo, procedono i suoi approfondimenti al violino ed inizia a comporre i primi brani, in collaborazione con compositori contemporanei del calibro di Franco Donatoni, Malcolm Lipkin, Kuciano Chailly ed altri ancora. Come violino solista, si esibisce in tutto il mondo, da Tokyo a Madrid, da Mosca a Belgrado, suonando sotto la direzione di importanti nomi tra cui Mariss Janssons, Peter Maag, Jesús López Cobos, Vladimir Spivakov, Miguel Ángel Gómez Martínez, Luis Antonio García Navarro, Vassili Sinaisky, Edmond de Stoutz, Gudni Emilson, Juan José Mena, Jo Ann Falleta, pedro Halffter, Alejandro Posada, Cristóbal Halffter or Salvador Brotons. Il talento e le doti di Ara Malikian cominciano a farsi conoscere in ogni angolo del globo, grazie anche ai riconoscimenti ricevuti sin in giovane età. Tra i tanti, nel 1993 si aggiudica l'Artistic Compliance and Dedication Award e vince per ben due volte il Music Awards nella categoria New Music Best Album (2006) e Best Classical Music Performer (2007). Negli anni Ara Malikian ha scritto ed interpreto numerosi album, componendo e rivisitando importanti ed innovativi brani e collaborando con orchestre e musicisti sia della tradizione più classica che in quella più tradizionale, da chitarristi di flamenco ad orchestre, dimostrando l'enorme talento dell'artista ed il suo impegno nella diffusione della musica, in qualsiasi forma. Dal 2006 Malikian collabora con Non Profit Music Foundation e con il compositore spagnolo Jorge Grundman per dare vita alla Non Profit Music Chamber Orchestra, dedita a diffondere nel mondo le opere dei compositori contemporanei. Tra i frutti di questa collaborazione, gli album "Tears of Beauty" e "Meeting with a Friend". Nel 2008 Ara Malikian crea e co-produce lo show "PaGaGnini", un'ironica e teatrale rivisitazione di opere classiche del calibro di Sarasate, Manuel de Falla, Luigi Boccherini, Mozart, Paganini, Serge Gainsbourg ed altri ancora. Negli anni successivi viene chiamato a collaborare alla realizzazione e produzione di concerti e rivisitazioni di opere classiche, tra cui le "Quattro Stagioni di Vivaldi", attualmente in tournée. Inarrestabile, dal 2010 l'artista è presenza fissa nel programma tv "El Club del Pizzicato", uno show televisivo dedicato alla diffusione della musica classica tra bambini ed adolescenti. Malikian ha inoltre dato vita a numerosi show, diventati poi dei successi, da "Vivaldi's Eight Seasons" (2011) a "Piazzolla" (2011) a "The Divines" (2012), solo per citarne alcuni. Con esibizioni in oltre quaranta paesi in tutto il mondo, Ara Malikian vive da oltre due decenni in Spagna. La sua abilità nel reinterpretare la tradizione musicale armena, contaminandola con influenze gypsi, klezmer, tango e flamenco, è tale da renderla fruibile ad un vasto pubblico, esprimendo al massimo le potenzialità della musica classica. Numerose le sue collaborazioni in questa direzione, da co-produzioni a performance dal vivo. Non per ultimo, Ara Malikian ha musicato numerosi film, collaborando con compositori tra cui Alberto Iglesias e con registi del calibro di Pedro Almodóvar, Pascal Gainge e Salvador García Ruiz. La sua passione per lo studio dei classici, affiancato a quello delle musiche tradizionali e popolari delle culture mediorientali ed europee, insieme ad una forte componente rock, fanno di Ara Malikian un'artista unico nel suo genere. Le sue esibizioni dal vivo sono delle vere e proprie performance, in grado di incantare il pubblico con la magia violino. "The Incredible Story of Violin" è l'ultimo lavoro di studio pubblicato nel 2017, un disco variegato e variopinto, nel quale emerge tutto lo straordinario talento di Ara Malikian, sia come esecutore che come compositore. Interamente scritto da Ara, l'album è un irresistibile melting pot di generi musicali diversi, eseguiti con l'impeccabile tecnica che contraddistingue l'artista, specchio perfetto dell'affascinante e coinvolgente personalità di un violinista e musicista eccelso. Da questo ultimo lavoro nasce

"The Incredible World Tour of Violin", un lungo tour che ha portato l'artista di origini armene ma di stanza a Madrid in oltre 176 concerti, la maggior parte dei quali esauriti, per quasi 300.000 biglietti venduti in tutto il mondo. Dopo essersi esibito, con la super band che lo segue da anni, nei più importanti e prestigiosi teatri ed auditorium del mondo, Ara Malikian, che si è presentato al pubblico italiano con la prima apparizione sul palco del Primo Maggio a Roma ed il successivo tour a novembre dello scorso anno, torna in Italia per una serie di concerti-performance con l'ultimo capitolo discografico,

"The Incredible Story of Violin".


www.aramalikian.com - www.facebook.com/Ara.Malikian.violin




infoline: 059.644688




FOLLOW JA.LA MEDIA ACTIVITIES