INTERPOL




“Turn On The Bright Lights Anniversary Tour”

IN OCCASIONE DEL 15° ANNIVERSARIO DI UNO DEGLI ALBUM
CHE PIÙ HA INFLUENZATO LA MUSICA ROCK,
LA BAND DI NEW YORK ARRIVA NEL NOSTRO PAESE
PER CELEBRARE
‘TURN ON THE BRIGHT LIGHTS’,
DISCO ACCLAMATO DA TUTTA LA CRITICA DI SETTORE,
LIVE IN ESCLUSIVA PER ALCUNI SHOW ESTIVI

Gli Interpol arrivano in Italia per due date estive, in occasione del 

15esimo anniversario del loro album di debutto Turn On The Bright Lights, 
per alcuni show esclusivi: il 22 agosto calcheranno il palco 
dell’Ama Music Festival a Asolo (TV).

A due anni dalle ultime date italiane, gli Interpol arrivano in Italia per celebrare il loro album di debutto, suonandolo interamente live per un concerto che si preannuncia epico. Uscito nel 2002, il disco aveva incoronato la band come il fenomeno indie di quegli anni.

Gli Interpol iniziano nel 1997 a New York, quando il chitarrista Daniel Kessler chiede al bassista Carlos Dengler e il cantante/chitarrista Paul Banks di formare una band. Nel 2002, con Sam Fogarino alla batteria, il gruppo firma con Matador Records, pubblicando Turn On The Bright Lights, arrivando alla posizione n.10 della classifica 2002 di NME e alla prima di Pitchfork guadagnandosi lo status di album dell’anno.

In tutti questi anni, gli Interpol sono sempre stati acclamati dalla critica, arrivando per 4 volte consecutive tra i primi posti della classifica Billboard 200, guadagnandosi ottime recensioni a partire da Rolling Stone fino al TIME, suonando live in prima serata in programmi com il Late Show with David Letterman e Conan, calcando i principali festival come il Coachella, 
Lollapalooza e Primavera Sound.
Turn On The Bright Lights ad oggi, ha venduto più di un milione di copie continuando ad essere un indimenticabile album di debutto.

La band (Banks, Kessler e Fogarino) sta attualmente lavorando, 
nella sua città natia, New York, a nuovi materiali di cui è prevista 
l’uscita per il 2018 via Matador Records.


http://www.interpolnyc.com/
https://www.facebook.com/interpol
https://twitter.com/interpol
http://instagram.com/interpol
https://www.youtube.com/user/interpolmusicvideos

Info su indipendente.com
FB: www.facebook.com/indipendenteconcerti
Twitter:www.twitter.com/indipendente
Instagram: www.instagram.com/indipendenteconcerti/



AMA MUSIC FESTIVAL

22-27 Agosto  2017





Martedì
22/08/2017 18:00 
AMA MUSIC FESTIVAL 2017
Asolo (TV) 

Mercoledì
23/08/2017 18:00 
AMA MUSIC FESTIVAL 2017
Asolo (TV) 

Giovedì
24/08/2017 18:00 
AMA MUSIC FESTIVAL 2017
MAC DE MARCO and many more
Asolo (TV) 

Venerdì
25/08/2017 18:00 
AMA MUSIC FESTIVAL 2017
Asolo (TV) 

Sabato
26/08/2017 18:00 
AMA MUSIC FESTIVAL 2017
Asolo (TV) 



www.amamusicfestival.com
www.facebook.com/AMAmusicfestival/
https://twitter.com/AmaFestival


NICK CAVE & THE BAD SEEDS


THE BAD SEEDS

4 novembre Padova, Kioene Arena
6 novembre Assago (Mi), Mediolanum Forum
8 novembre Roma, Palalottomatica

Nick Cave & The Bad Seeds hanno annunciato un tour di otto settimane in Europa e Regno Unito, che partirà il prossimo 24 settembre. Tre le date previste nel nostro paese: il 4 novembre a Padova. La tranche europea segue le date in Australia (gennaio 2017) e negli Stati Uniti (maggio e giugno 2017). Con questo nuovo tour i fan europei potranno ascoltare dal vivo, per la prima volta, le canzoni del nuovo album, Skeleton Tree, oltre naturalmente ai grandi classici di Nick Cave & The Bad Seeds.
L’ultimo tour di Nick Cave & The Bad Seeds in Europa risale al 2014.
Sul palco ci saranno Nick Cave, Warren Ellis, Martyn Casey, Thomas Wydler, Jim Sclavunos, Conway Savage, George Vjestica e Larry Mullins.
Skeleton Tree, sedicesimo lavoro discografico di Nick Cave & The Bad Seeds, è stato pubblicato lo scorso Settembre, il giorno successive alla premiere di One More Time With Feeling – il film diretto da Andrew Dominik (Chopper, The Assassination of Jesse James by the Coward Robert Ford) sulla realizzazione dell’album. Skeleton Tree ha debuttato al numero 1 delle classifiche di 8 paesi, e nella Top 5 di altri 11 (oltre a numerose Top 20). L’album ha guadagnato alla band la posizione più alta in Gran Bretagna (numero 2) e negli Stati Uniti (27), ed è stato certificato Disco d’Argento in UK. Recentemente nominato per un BRIT Awards nella categoria Best International Group, Nick Cave & The Bad Seeds sono uno dei gruppi più apprezzati dalla critica e hanno venduto oltre 5 milioni di album in tutto il mondo. Ancora oggi sono uno dei gruppi più interessanti e importanti al mondo, e hanno influenzato migliaia di artisti.




MADNESS


28 ottobre Trezzo sull’Adda (Mi), Live Club
29 ottobre Padova, Gran Teatro Geox



A sette anni dalla loro ultima tappa milanese, i Madness tornano nel Nord Italia per presentare Can’t Touch Us Now, l’album uscito lo scorso anno per Universal. 
Can’t Touch Us Now è solo l’ultimo tassello di anni entusiasmanti per i Madness: registrato in tre settimane nei Toe Rag Studios, è prodotto da Clive Langer – al fianco della band da molto tempo e artefice dei picchi più alti della carriera dei Madness – e da Liam Watson, vincitore di un Grammy per il suo lavoro su Elephant dei White Stripes. Tracce come Mr Apples, Mumbo Jumbo, Blackbird e la stessa Can’t Touch Us Now riescono a cogliere appieno la combinazione di pop, reggae e soul che ha reso inimitabile la band. Come spesso accade negli album più riusciti dei Madness, i testi sono uno spaccato della realtà londinese in chiave umoristica.



Little Steven
Soulfire Tour 2017


Soulfire Tour 2017
lunedì 11 dicembre 2017,
Gran Teatro Geox - Padova 

Dopo essersi imbarcati nel loro primo tour europeo dopo 25 anni, che li ha visti protagonisti anche sul palco del Pistoia Blues, 
Steve Van Zandt e i suoi Disciples of Soul
lunedì 11 dicembre al Gran Teatro Geox di Padova.

Pubblicato lo scorso maggio da Universal, Soulfire è il primo album solista di Van Zandt in oltre vent'anni ed è senza dubbio la sua affermazione artistica più pura e personale. Secondo Rolling Stone si tratta di uno dei migliori album del 2017 e vede Steven alle prese con la rivisitazione di brani che abbracciano tutta la sua carriera come artista, performer, produttore, arrangiatore e cantautore. La sua attenzione è focalizzata sul suo approccio che unisce gli ottoni del soul e le chitarre del rock'n'roll e che ha caratterizzato i primi tre album di Southside Johnny and the Asbury Jukes.

Dichiara Van Zandt: «Sono sempre stato molto schematico e concettuale nel mio lavoro. Ho bisogno di un tema, non posso mettere insieme semplicemente una collezione di pezzi, per me non funziona così. In questo caso, io non diventato il concept. Chi sono io? A questo punto, costituisco una specie di genere a parte. Così ho provato a mettere insieme del materiale che mi rappresentasse davvero: ci sono un paio di cover, un paio di canzoni nuove, e alcuni dei pezzi che io ritengo essere i migliori che ho scritto o contribuito a scrivere nel corso degli anni».


Angelo Branduardi

Hits 2017


Angelo Branduardi
Hits 2017
venerdì 3 novembre 2017
Gran Teatro Geox - Padova

"Questi concerti saranno basati sui miei brani più famosi, i cosiddetti "Hits", che nel corso della mia, ormai lunga carriera, sono diventati veramente numerosi". Branduardi.


Messe in archivio con altrettanti sold out le quattro date italiane di Recanati, Iseo, Milano e Roma, il "menestrello" italiano torna sui palchi di casa dopo il successo europeo ottenuto nei più prestigiosi teatri di Austria, Svizzera, Belgio, Lussemburgo e Germania, dove ha registrato strepitosi sold out.
Angelo Branduardi arriva a Padova con il suo Hits Tour 2017. Il celebre cantautore, violinista e chitarrista milanese si esibirà in un concerto unico in cui ripercorrerà le canzoni che hanno distinto la sua lunga carriera artistica. Per il suo "Hits Tour 17" Branduardi sarà accompagnato dalla sua band che suonerà i brani del repertorio storico e quelli composti di recente, entrambi proposti in una versione più "elettrica".



La Febbre del Sabato Sera


La Febbre del Sabato Sera

21 ottobre Padova, Gran Teatro Geox 
29 ottobre Brescia, PalaBrescia
dal 3 al 12 novembre Milano, Teatro Nuovo

In occasione del 40° anniversario dall'uscita del celebre film, 
la nuova produzione italiana de La Febbre del Sabato Sera.


Il musical, tratto da una delle pellicole più celebri ed importanti nella storia del cinema, è un omaggio alla disco music ed al glam dominante degli anni'70. Uno spettacolare juke box musical in cui rivivere i successi disco in voga all'epoca tra cui spiccano le canzoni originali dei Bee Gees come Stayin' Alive, How Deep Is Your Love, Night Fever, You Should Be Dancing e tante altre in voga tutt'oggi quali Symphonie No 5, More than a woman e la celeberrima Disco Inferno.
Giuseppe Verzicco è il nuovo Tony Manero! A sceglierlo una commissione internazionale composta dai produttori americani di Theatrical Rights e dal team creativo italiano presieduto dal regista Claudio Insegno. Classe 1986, Verzicco è oggi uno dei migliori performer del musical italiano e, con il suo carisma ed il suo grande e poliedrico talento, è pronto a far rivivere quel ruolo che ha portato alla ribalta mondiale un giovanissimo Travolta. Un ruolo attesissimo che regalerà a tutto il pubblico italiano le forti emozioni che solo John Travolta seppe suscitare in tutti gli spettatori della celebre pellicola di John Badham, grazie al concept cinematografico che il regista Claudio Insegno ha voluto imprimere a questo nuovo allestimento.
Siamo pronti a rivivere la leggendaria era della Disco nella New York degli anni Settanta grazie alle magnifiche coreografie originali di Valeriano Longoni, le celeberrime musiche con la supervisione musicale di Angelo Racz, un suggestivo e tecnologico impianto scenografico firmato da Roberto e Andrea Comotti arricchito dai sorprendenti video di Francesca Del Cupolo ed Erika Dolci, i costumi della celebre Graziella Pera, l'emozionante disegno luci di Valerio Tiberi ed il perfetto disegno audio di Simone Della Scala. Regia di Claudio Insegno.


HARDCORE SUPERSTAR



HARDCORE SUPERSTAR
FOZZY
LAST BAND
MAYHEM



Hub Music Factory è lieta di annunciare un tour davvero esplosivo!Il prossimo novembre in arrivo nel Bel Paese Hardcore Superstar e Fozzy, assieme, accompagnati dai guests The Last Band e Madame Mayhem.
Hardcore Superstar e Fozzy, due colossi ormai storici della scena metal rispettivamente svedese e statunitense, saranno on the road con il 

“Ain’t Over ‘Til We Say So Tour 2017” per dare la possibilità ai propri fan di assistere a uno show davvero memorabile.
Gli Hardcore Superstar, padri dello street metal, sono una delle band svedesi più apprezzate nello scenario metal/rock europeo; sono stati i primi che negli anni ’90 hanno avuto il coraggio di unire due generi all’epoca in totale contrapposizione, lo sleaze rock e il thrash metal, il primo più melodico e accattivante, il secondo più duro ed aggressivo. Sembrava non potesse essere possibile e invece il risultato è stato un marchio di fabbrica inconfondibile che ha portato gli Hardcore Superstar a percorrere una lunga strada costellata di successi e tour in tutto il mondo. Dalla loro genesi fino ai giorni nostri la band ha infatti sfornato più di dieci album in studio, un’infinità di singoli di cui molti hanno scalato le classifiche svedesi fino ad arrivare al 1: dal successo dei primissimi esordi “Someone Special” (1998) fino a “We Don’t Celebrate Sundays” e “Wild Boys” (2005), “Last Call For Alcohol” (2014) e “Don’t Mean Shit” (2015), la lista sarebbe davvero lunga.
La band è stata sempre produttiva negli anni, con una breve pausa e alcuni cambi di formazione fino a giungere alla stabilità attuale con Jocke Berg alla voce, Vic Zino alla chitarra, Martin Sandvik al basso e Adde Andreasson alla batteria.Il 2017 sarà un anno di grandi novità, come ha annunciato la band lo scorso febbraio sui propri canali social “il nuovo album è a buon punto, stiamo scrivendo uno split record che spacca! Non vediamo l’ora di farvi sentire quello che vi abbiamo preparato…”.L’album sarà pubblicato agli inizi del 2018 tramite 

GAIN/Sony Music.

I Fozzy hanno sempre avuto un unico obiettivo, sin dagli esordi del progetto: divertirsi. Quella che inizialmente era la cover band con cui il chitarrista Rich Ward si divertiva a suonare nel week-end, è poi diventato un gruppo dal successo internazionale con un frontman davvero forte…in tutti i sensi! Icona della band è infatti il cantante Chris Jericho, celebrità del Wrestling che ha stupito i suoi fan dimostrando, oltre alle doti di wrestler, un incredibile talento vocale. Ward e Jericho sono dei veri entertainers ma è con l’unione ai musicisti Frank Fontsere (batteria), Billy Grey (chitarra) e Paul Di Leo (basso) che scatta la scintilla che permette alla band di distinguersi dalla massa. La band pubblicherà un nuovo album “Judas” il prossimo settembre; Jericho afferma che questo sarà l’album più potente della band, nonché un disco davvero essenziale “se fossimo nel 1988, quando c’erano album come Hysteria o Appetite for Destruction – con quattro, cinque, sei singoli – questo album avrebbe il potenziale per questp”. Il singolo “Judas” che anticipa il disco ha raggiunto in poche settimane ben 4 milioni di visualizzazioni.



10 novembre Trezzo sull'Adda (Mi), Live Club 
(Special guest FOZZY+The Last Band+Madame Mayhe)
11 novembre Roncade (Tv), New Age Club


The Last Band, compaesani degli Hardcore Superstar, anch’essi di Gothenburg assieme alla solista di Manhattan Madame Mayhem, apriranno le incredibili serate che vi aspetteranno il prossimo novembre.



Daughter 




live #tendenze17 
4 Settembre 2017 Teatro Romano Vr



5 settembre San Mauro Pascoli, Villa Torlonia
6 settembre Sestri Levante (Ge), 
Ex Convento dell'Annunziata - Mojotic Festival


Il 4 settembre per i Daughter sarà un’occasione per presentare dal vivo al pubblico italiano il loro ultimo lavoro “Not To Disappear”, che arriva tre anni dopo “If You Leave”, album di debutto del gruppo. “Not To Disappear”, registrato con il produttore Nicolas Vernhes (Deerhunter, War On Drugs, Animal Collective) nei suoi Rare Book Room studio a Greenpoint, Brooklyn, e pubblicato a Gennaio 2016 tramite 4AD distribuzione SELF, contiene i singoli “Doing The Right Thing”, “Numbers”, “How” e “No Care”.





Domanda: come si fa ad eguagliare o addirittura superare un album impareggiabile, totalmente coinvolgente, e così ampiamente acclamato dalla critica come If You Leave, album di debutto del 2013 dei Daughter? Semplice: puntando sempre più in alto.
Queste le premesse per il nuovo album del trio londinese composto da Elena Tonra (voce, chitarra), Igor Haefeli (chitarra) di origine svizzera e il francese Remi Aguilella (batteria). Profondamente audace e diretto, questo nuovo lavoro è ancora più coinvolgente del suo tanto lodato predecessore. Il record trasuda profondità, il suono è infinitamente più ricco. I cardini della band sono ben saldi, ma quello a cui si assiste è un vero senso di apertura a nuove idee.
Il lavoro del co-produttore Vernhes è stato fondamentale in questo processo. “Nicolas è stato meraviglioso”, dice Tonra. “Viviamo a Londra, e avevamo iniziato a scrivere le canzoni lì […] per noi è stato davvero utile andare in un altro luogo per registrare, solo per avere un cambio di scena. Lavorare con Nicolas è stata una vera e propria iniezione di energia”.
“Sono un maniaco del controllo, quindi è difficile lasciarsi andare”, aggiunge Haefeli, “ma ho trovato molto di me in lui. […] Ha portato una qualità di registrazione che non sarebbe stata possibile altrimenti”.
“Not To Disappear” è un album drammatico, un caleidoscopio di emozioni, epico e molto più ambizioso del primo lavoro della band.
“Per me, la musica è come un Jenga molto fragile”, dice Haefel. “Se si sposta un pezzo, allora se ne deve spostare un altro per mantenere l’equilibrio. Elena è un’artista “pura” – lei riesce a catturare il “momento”. In questo siamo diversi, opposti, ma penso sia questo a portare un po’ di “magia”.
I testi – sempre opera di Tonra – sono più schietti, riflettono ancora più onestamente il suo pensiero. “Esprimere le proprie emozioni non è una debolezza, ma una vera e propria forza”, dice, “(In passato) ho usato la poesia per nascondere molti di miei pensieri, ma ora non c’è velo”.
Desiderosi di un nuovo approccio ai loro video musicali, i Daughter hanno chiesto a Iain Forsyth & Jane Pollard (registi del film di Nick Cave 20,000 Days on Earth) di creare tre video per Not To Disappear. L’autore Stuart Evers è stato incaricato di scrivere tre racconti – ‘Dress’, ‘Window’ e ‘5,040’ – basandosi su alcuni brani di Not To Disappear. I video di Iain & Jane sono l’interpretazione di questi racconti. ‘Doing The Right Thing’ (ispirato al racconto ‘Dress’) è il primo della trilogia video. Il video affronta il delicato tema della demenza e della sua reazione debilitante, e gli effetti che si riflettono sulla famiglia. Il video di Jane & Iain dei ‘Doing The Right Thing’ è un compassionevole ritratto.




Il Sogno di Clio lunedì 31 luglio ore 21 Teatro Parchi della Colombo, Roma

“ IL SOGNO DI CLIO è un' opera teatrale ideata da Carmen Morello e scritta da Gennaro Francione.

Ampiamente elogiata dalla critica, ha un suo illustre passato teatrale ma si ripropone con una rielaborazione rinnovata ed arricchita. Un sogno (quello di Clio) di arte e di artisti, di elementi onirici e di realtà. Essa è dunque un’opera piena di poesia e di canto e di musica e di recitazione e di un filo che tiene sospeso lo spettatore in una dimensione del “c’è e non c’è” del “sogno o son desto”. Clio è un’artista ma potrebbe essere ognuno di noi grazie a quel lato artistico che è serbato in maniera più o meno nascosta dentro i nostri animi e che aspetta un sogno, o una piccola realtà, per “sgranchirsi” un po’ ed uscire dal bozzolo della vita quotidiana.

In particolare il dramma multimediale racconta la storia del ciabattino poeta Carlo di Alberobello. Innamorato di Maria, che diventa sua sposa donandogli 4 figli, è costretto a lasciare la famiglia e parte per il fronte: è scoppiata la Grande Guerra. La guerra è micidiale per la vita pubblica e privata. Maria tradirà col compare di battesimo Francesco il marito che, scoperta la tresca, ucciderà la moglie ferendo gravemente l’amante. Inoltre narra il viaggio iniziatico di Carlo che attraverso le 10 muse cercherà una redenzione dall’uxoricidio commesso per purificare la sua coscienza appesantita dal misfatto malgrado l’assoluzione dei giudici. Su quella via di ascesi estetica tenterà anche una ripresa di una vena poetica prima inesauribile e poi disseccata dai tragici eventi.

L’Arte tutto e tutti redime, in vita come in morte.

Cast attori: Carmen Morello, Mario Misuraca ( riveste anche il ruolo di aiuto regista, ndr) , Fabrizio Bordignon nel doppio ruolo del marito e dell’amante, Cristiano D’Alterio, Simona Meola.
Cast cantanti: David Pironaci (eccezionale nel ruolo anche di vocal coach di tutti i cantanti), Roxy Colace, Alessandra Fineo, Alessio Torri, Domenico Santarella, Anita Tenerelli, gli Lt Speak, Grossover.
Cast danza: Chiara Tobia (coreografa ufficiale dello spettacolo oltre che ballerina), Cristiano Savini, Daniele Di Giorgio, Dany Do Rosario Silva Soares, Jailene Giulia Sinicorni, Luca Andrea Borzacchi.
Cast musicisti: Flautista Mirella Pantano, Violinista Guendalina Pulcinelli e Lumetta Margaret.
Cast acrobati aerei: Lucrezia Bussoletti, Maria Ludovica Del Nero.

Addetto Stampa Laura Gorini
Ufficio Stampa Nazionale e personale di Carmen Morello

Kasabian



Kasabian
+ Nic Cester & The Milano Elettrica
sabato 22 luglio 2017
Postepay Sound - Padova

Nic Cester & The Milano Elettrica
apriranno i Kasabian a Postepay Sound Padova

La voce dei Jet, storica band australiana che ha venduto oltre sei milioni e mezzo di dischi in tutto il mondo, presenta il suo nuovo progetto nato nel nostro paese con una band completamente italiana che comprende tra gli altri 
Sergio Carnevale (Bluvertigo) e Adriano Viterbini 
(Bud Spencer Blues Explosion)
In apertura ai Kasabian a Postepay Sound Padova il 22 luglio 2017. 
 
I Jet hanno conquistato il mondo dopo essersi formati nel 2001, vendendo più di 6 milioni e mezzo di album a livello globale e ottenendo dieci certificazioni platino in Australia e una negli Stati Uniti e nel Regno Unito per il loro album di debutto del 2003 "Get Born". Grazie anche a singoli divenuti immediatamente dei classici come "Are You Gonna Be My Girl", "Rollover DJ" e "Look What You've Done" il gruppo ha ottenuto sei ARIA Awards nel 2004.

Da quando ha messo di nuovo insieme i JET nel 2017 per una serie di concerti con Bruce Springsteen, Nic ha vissuto tra l'Italia e la Germania, scrivendo il suo primo album solista in uscita nel 2017. L'eclettico gruppo di nove elementi che include due batteristi e una sezione di fiati ha fatto il proprio debutto all'Australia's Bluesfest ad aprile di questo anno e ha segnato il sold out ai concerti di Melbourne e Sydney. 
 
Unendo rock ed elettronica i Kasabian hanno scalato le classifiche di tutto il mondo gia' dal loro primo disco di debutto nel 2004. Il gruppo di Leicester, a seguito del travolgente successo che li ha lanciati nel panorama rock a livello planetario, tornano nel 2017 con un nuovo tour che entusiasmerà i fans di tutta Europa.

Serge Pizzorno, chitarrista e autore dei testi, ha dichiarato: "I nuovi brani sono esplosivi e sono certo che piaceranno al pubblico, perchè riusciranno facilmente ad attirare l'attenzione. Li considero tra i migliori che io abbia mai scritto". Pizzorno e compagni presenteranno dal vivo il loro ultimo lavoro discografico uscito in primavera dopo tre anni d'attesa dall'ultimo album "14:13", disco che ha celebrato i 10 anni di carriera e che li ha consacrati nell'olimpo del rock britannico.



Carmen Consoli




la cantantessa a 
Villa Pisani Stra (VE)
Sabato 8 luglio
un grande evento firmato 
Veneto Jazz


6 luglio Pietra Ligure, Piazza San Nicolo'
8 luglio Stra', Villa Pisani - Veneto Jazz
26 luglio Porto Recanati, Arena Gigli
27 luglio Roma, Auditorium Parco della Musica - Luglio Suona Bene
29 luglio Gardone Riviera (Bs), Anfiteatro del Vittoriale 

Tener-a-mente Festival


Dopo il recente, straordinario concerto al Teatro La Fenice di Venezia, esaurito in ogni ordine di posto, Veneto Jazz invita Carmen Consoli, sabato 8 luglio, ad accendere l’estate a Villa Pisani a Stra. Con i concerti di Paolo Conte (30 giugno, solo due date in Italia) e di Jack Savoretti (21 luglio) e il riallestimento de “Il Milione” con Marco Paolini (7 luglio), il cartellone di musica e teatro ospitato nell’incantevole villa della Riviera del Brenta si arricchisce quindi della voce appassionata ed elegante della cantantessa, impegnata in un nuovo tour estivo.

Abbondonato, almeno per l’estate, il ruolo di sirena ammaliatrice del fortunato tour teatrale “Eco di sirene”, Carmen Consoli sarà sul palco di Villa Pisani, nell’unica data del Triveneto, con una band di ben sei elementi, sei straordinari musicisti che l’hanno già accompagnata – ognuno in momenti diversi – nei progetti affrontati negli ultimi anni.

Oltre lei stessa, alle chitarre ci sarà Massimo Roccaforte, al suo fianco come chitarrista e mandolinista sin dagli esordi nei piccoli locali catanesi nel lontano 1993; due i violinisti – Emilia Belfiore (già in “Eco di sirene”) e Adriano Murania (primo violino del Teatro Bellini di Catania, con la Consoli in vari tour teatrali ed esteri); quest’ultimo suonerà anche la viola. Al violoncello ci sarà nuovamente Claudia della Gatta, mentre saranno ai fiati Concetta Sapienza e alle percussioni Alessandro Monteduro, incontrato per la Notte della Taranta 2016, di cui è stata Maestro Concertatore. Carmen e i suoi musicisti formeranno così una tavolozza di colori che saprà dare infinite, nuove sfumature allo straordinario repertorio musicale della Consoli.

Carmen Consoli, infatti, è un’artista che non smette mai di cercare, sempre elegante eppure energica, disegna infaticabile nuovi abiti per le sue canzoni. Per lei il palco è un banco di prova costante, il tavolo su cui sperimentare nuovi suoni, la passerella per cui cucire un nuovo abito da far indossare ad suo pezzo già classico.

Il cartellone dell’estate a Villa Pisani è organizzato da Veneto Jazz in collaborazione con il Polo Museale del Veneto e il Museo Nazionale di Villa Pisani, nell’ambito di Venice Met Fest (Festival della Città Metropolitana di Venezia), con il patrocinio di Città di Venezia, Regione del Veneto, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo.

Inizio concerto ore 21.30.

BIGLIETTI CONCERTO CARMEN CONSOLI:

Primo settore numerato: 45 € + diritti di prevendita

Secondo settore numerato: 35 € + diritti di prevendita

Terzo settore numerato: 27 € + diritti di prevendita

Prevendite Autorizzate: Ticketone – www.ticketone.it; Geticket – www.geticket.it.

INFORMAZIONI:

Veneto Jazz – jazz@venetojazz.com – mob. (+39) 366.2700299




Paolo Conte 




30 giugno Stra', Villa Pisani - Veneto jazz Festival
20 luglio Firenze, Piazza SS. Annunziata 
 Musart Festival 2017





Paolo Conte, sotto le stelle di Villa Pisani…

Veneto Jazz firma una delle due esclusive date italiane del tour.

Nel concerto degli 80 anni, tutta la magia della sua musica immersa nell’arte.


Paolo Conte il 30 giugno 2017 a Villa Pisani a Stra. Veneto Jazz annuncia il primo, straordinario concerto della nuova edizione del festival, ospitato in uno dei più celebri esempi di villa veneta nella Riviera del Brenta, luogo di inimitabile bellezza.

Le note del celebre cantautore, che proprio quest’anno festeggia le 80 primavere, risuoneranno in una delle due esclusive date italiane del tour. Un evento imperdibile che vedrà l’artista esibirsi con la sua orchestra di dieci elementi, al culmine di una carriera di successo e nel pieno della sua creatività.

Paolo Conte regalerà al pubblico i suoi intramontabili classici, che l’hanno reso un artista amato in tutto il mondo, da “Sotto le stelle del jazz” ad “Aguaplano”, da “Via con me” a “Max”.

Con i suoi testi beffardi, talvolta decisamente sarcastici, spesso nostalgici e poetici, Paolo Conte sprigiona uno fascino sensuale, una melanconia soave, tinteggiata da un’autoironia tipicamente italiana, che incanta il pubblico da oltre quarant’anni. È infatti dal 1974, anno dell’uscita del primo album – che porta semplicemente il suo nome, che quest’autore, compositore e interprete ha preso a conquistare le platee del mondo intero, destreggiandosi maestosamente tra jazz, blues e canzone italiana. Paolo Conte lo si riconosce subito, con quella voce così soave e deliziosamente rauca, decisamente inconfondibile.

Per questo esclusivo evento, l’artista ha scelto Villa Pisani, incantevole fusione di architettura e natura. Dal connubio creativo con la sua musica scaturirà altra magia… Veneto Jazz, che vanta una lunga collaborazione con l’artista dopo gli indimenticabili concerti di Piazza San Marco e del Teatro La Fenice, ha per l’occasione allestito una speciale platea, con biglietti vip che potranno far vivere al pubblico una serata speciale, godendo anche delle bellezze della Villa, in un tour emozionante fra arte e musica.

Il cartellone dell’estate a Villa Pisani è organizzato da Veneto Jazz in collaborazione con il Polo Museale del Veneto e con il Museo Nazionale di Villa Pisani, nell’ambito di Venezia Jazz Festival (X edizione), con il patrocinio di Città di Venezia, Regione del Veneto, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo.

Inizio concerto ore 21.30.

Prevendite concerto:
www.ticketone.it - www.geticket.it

Biglietti:

Primo settore numerato: 80€ + diritti di prevendita
Secondo settore numerato: 68€ + diritti di prevendita
Terzo settore numerato: 55€ + diritti di prevendita

PACCHETTO VIP: 170€ + diritti di prevendita
Il pacchetto VIP comprende:
- biglietto di poltronissima prima settore nelle prime file della platea;
- parcheggio riservato nei pressi di Villa Pisani;
- visita guidata al “Salone da ballo” di Villa Pisani, con gli affreschi di Giambattista Tiepolo, maestoso esempio di villa veneta della Riviera del Brenta:
- cena a buffet;
- poster del concerto autografato dall’artista.

In occasione del concerto Veneto Jazz in collaborazione con ACTV e su iniziativa del Comune di Stra e del Museo di Villa Pisani, ha istituito dei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico per facilitare l’arrivo e il ritorno degli utenti del concerto. Questo permetterà a molti spettatori di raggiungere la Riviera del Brenta in orari notturni e di decongestionare, in parte, il traffico automobilistico.

In particolare si informa che sarà potenziata la linea 53 E, nei tratti Padova –Stra e Venezia- Stra e ritorno, con i seguenti orari:

- partenza da Venezia delle ore 19.55 e 20.25

- partenza da Mestre centro delle ore 20.15

- partenza da Padova delle ore 20.32

Il ritorno, con partenza da Stra, è previsto tra le 23.30 e le 24.00, in linea con la durata del concerto.

I biglietti dell’autobus per il ritorno saranno disponibili il giorno stesso dell’evento alla biglietteria del concerto di Villa Pisani (fino ad esaurimento posti disponibili) esibendo il titolo di ingresso allo spettacolo.

Informazioni:
Veneto Jazz - jazz@venetojazz.com - mob. (+39) 366.2700299



Tigran Hamasyan


Concerto Tigran Hamasyan  
28 Luglio 2017 
a Tener a mente Oltre
Vittoriale Gardone (BS)


“Con una sorprendente combinazione di jazz, minimalismo, elettronica, folk ed elementi di cantautorato… Hamasyan esplora tutte le estensioni musicali caratterizzandole con groove densi, voci eteree, un’esecuzione perfetta al pianoforte e melodie antiche. Impossibile ascoltare qualcosa di simile a questo.” —NPR Music

E’ in uscita a fine marzo per Nonesuch Records “An Ancient Observer”, il secondo album del pianista armeno Tigran Hamasyan. Il nuovo lavoro arriva dopo “Mockroot”, il disco di debutto (sempre su etichetta Nonesuch) a proposito del quale The Guardian scrisse “pianista fenomenale, artista irreprensibile, promettente sperimentatore con congegni hi-tech e compositore creativo di world-music. Mockroot gioca vivacemente con tutti questi punti di forza.” .

Il nuovo disco, in piano solo, contiene dieci nuove composizioni: “questi brani sono delle osservazioni musicali sul mondo nel quale viviamo, e sul peso della storia che portiamo con noi” commenta Tigran.
Le canzoni di “An Ancient Observer”, due delle quali basate su melodie popolari armene, sono state scritte nel corso degli ultimi quattro anni. Alcuni pezzi sono stati composti e trascritti completamente mentre altri sono stati composti lasciando ampio spazio all’improvvisazione di Hamasyan. Molti includono testi incorporati nella fase di missaggio. Come per molte delle sue composizioni, Hamasyan cita un ampio raggio di influenze, dalla danza barocca all’hip-hop, con il pedale collegato al sintetizzatore in alcuni brani, ma la costante delle sonorità del suo paese natale sempre presente.

Hamasyan è tornato a vivere in Armenia, dove la vita di tutti i giorni gli ha dato ispirazione per scrivere questi nuovi pezzi: “Guardo fuori dalla mia finestra e vedo la montagna biblica di Ararat, con la neve perpetua sulla sua cima, con le torri elettriche e i cavi in primo piano a rompere il panorama, e le antenne paraboliche che si fondono nelle case antiche e moderne, con il fumo atavico che esce dai comignoli, e gli uccelli che volteggiano fra gli alberi insieme agli aerei che di tanto in tanto sorvolano nel grande cielo. E’ un dialogo, un’interazione fra l’antica natura creata da Dio e le conquiste fatte dall’uomo moderno”, dice. “Per me è un risveglio e una sensazione bellissima, il poter osservare la magnificenza di questo grande vulcano a riposo, che è esistito per milioni di anni ed è stato osservato fin dalla civiltà Koura-Araxes fino ai cittadini della Repubblica Armena di oggi. Posso vedere ed osservare gli stessi uccelli, animali, fiumi e montagne che gli artigiani di 4.000 anni fa hanno pitturato sul loro vasi d’argilla. Stavano osservano le stesse cose che osservo io ora e ciò che resta e la loro bellissima opera d’arte.”.

Nato in Armenia nel 1987 e poi trasferitosi con la sua famiglia a Los Angeles nel 2003, Tigran Hamasyan attualmente risiede a Erevan, in Armenia. Ha iniziato a suonare il pianoforte a tre anni, e a esibirsi per festival e concorsi a undici anni per poi arrivare a vincere il prestigioso Montreux Jazz Festival Piano Competition nel 2003, a sedici anni. Hamasyan ha pubblicato il suo album di debutto, “World Passion“, nel 2005 a diciasette anni. L’anno seguente ha vinto la prestigiosa Thelonious Monk International Jazz Piano Competition. I successivi album sono “New Era” (2007); “Red Hail” (2009); “A Fable” (2011), per il quale ha vinto un Victoires de la Musique (equivalente del Grammy Award in Francia); “Shadow Theater” (2013); “Luys i Luso” (2015); e “Mockroot” (2015), per il quale ha vinto l’Echo Jazz Award come Pianista Internazionale dell’Anno. Oltre a questi riconoscimenti e agli elogi della critica, Hamasyan si è costruito un seguito internazionale molto fedele così come l’apprezzamento di artisti del calibro di Chick Corea, Herbie Hancock e Brad Mehldau.


PRETENDERS 



PRETENDERS 
ANNULLATE DATE

13 luglio Gardone Riviera (Bs)

Anfiteatro del Vittoriale 

 Tener-a-mente Festival
14 luglio Roma
 Auditorium Parco della Musica 
 Luglio Suona Bene



The Pretenders annullano i concerti italiani, compreso quello al 
Festival Tener-A-Mente all’Anfiteatro del Vittoriale di Gardone Riviera,

in programma per il 13 luglio. 


«A causa di circostanze impreviste e non dipendenti dalla volontà del Festival e di Barley Arts Promotion - 
si legge nel comunicato del Festival del Vittoriale -,
è con rammarico che si comunica la cancellazione del concerto di 
The Pretenders previsto all’Anfiteatro del Vittoriale».



PRETENDERS 


Lo storico gruppo capitanato dalla leggendaria regina del rock Chrissie Hynde arriva il 13 luglio sul palcoscenico del Vittoriale per presentare il nuovo ed entusiasmante “Alone“, l’ultimo disco di studio pubblicato a fine ottobre, a otto anni di distanza dal precedente lavoro.

A distanza di otto anni da “Break Up The Concrete”, The Pretenders sono tornati con “Alone”, il nuovo album registrato con Dan Auberbach dei The Black Keys nel suo Easy Eye Studio a Nashville. Nel disco hanno suonato Chrissie Hynde – unico membro originario della band – il bassista Dave Roe (già collaboratore di Johnny Cash), Loretta Lynn, Kenny Vaughan (già chitarrista di Lana Del Rey), il tastierista Leon Michels, il batterista Richard Swift e il chitarrista di Blake Shelton, Russ Pahl.
Inizialmente pensato come seguito di “Stockholm”, il debutto solista di Chrissie del 2014, la stessa Chrissie si è poi accorta di quanto il nuovo lavoro fosse un tuffo nel passato, con lo stesso stile e l’energia della sua storica band.

The Pretenders sono tornati, trentasei anni dopo il loro debutto, con “Alone”, un disco sorprendentemente carico e vintage nello stesso tempo, riportando subito l’ascoltatore a “Pretenders”, lo storico debutto del 1980. Garage-rock aggressivo che si mescola alla malinconia country e blues, il tutto condito dalla scintillante e ipnotica voce di Chrissie Hynde.

“This record is what I love the most, real people playing real music”, afferma la stessa Chrissie.

Nati sul finire degli anni 80 e guidati dalla carismatica Chrissie Hynde, The Pretenders hanno debuttato nel 1980 con l’omonimo album, definendo sin da subito la direzione artistica della band, capace di mixare abilmente new-wave sofisticata con l’energia del punk e del rock. Brani come “Precious”, “I’ll Stand By You”, “I Go To Sleep”, “Don’t Get Me Wrong”, “Brass In Pocket”, solo per citarne alcuni, diventano delle vere e proprie hit.

Guidati da una delle prime e più potenti figure di bandleader al femminile della storia del rock, The Pretenders continuano la loro scalata alle classifiche e, con cinque dischi nella Top 10 Album Charts, sono entrati nel 2005 nel Rock and Roll Hall of Fame Museum. Un traguardo più che meritato per il gruppo che, nonostante i numerosi cambi di formazione, continua a essere guidata dalla carismatica ed energica Chrissie Hynde.





















Lusya nasce a Roma e fin da bambina esprime una grande sensibilità artistica. In particolare  la sua  naturale evoluzione del suo talento si esprime soprattutto nella musica. Non per nulla  all'età di quindici anni scrive i suoi primi testi e compone le prime melodie. Nel 2007 esce il brano "Vivre l'amour",  registrato tra Roma e Parigi e masterizzato a New York. In esso  esprime grande maturità vocale con le esperienze accumulate tra il live e gli studi di registrazione.

Nel 2010 esce il nuovo album s'intitola "Elettrica" prodotto per la multinazionale Edel  e distribuito in tutti i migliori negozi di dischi e digital store- E'  un disco vario che grazie al continuo cambio di atmosfera e d'interpretazione ha contribuito a portarla in tournée in italia e all'estero . Presente in molti programmi televisivi Rai Uno tra  "Uno Mattina"  dove lancia i suoi singoli tra cui "Lontano" ed "Elettrica" presenti nel suo Album “Elettrica”.

Il 2014 la vede protagonista insieme a Cristiana Calone figlia di Massimo Ranieri in un nuovo grande progetto discografico dedicato alla violenza contro le donne con il brano "Donne sole".

Ora è in tour. Dopo la data del 13 giugno a Capitello (SA) insieme a Valerio Zelli degli ORO, vincitore di Sanremo con  il brano "Vivo Per Lei ", la attende un' estate molto calda a suon di live.
A breve altre notizie al riguardo.