VICENZA IN FESTIVAL 2019

Francesco Gabbani 2017 
PIAZZA DEI SIGNORI VICENZA PHOTO RRREMI

VICENZA IN FESTIVAL 
5-6-8 SETTEMBRE 2019

Dal 2017 rassegna di eventi della Città di Vicenza, 
organizzata da Due Punti Eventi in collaborazione 
con l’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza e Confcommercio Vicenza. Da maggio a settembre, Piazza dei Signori, Teatro Comunale, Stadio Menti 
e Foro Boario, saranno il palcoscenico di importanti eventi musicali e di spettacolo, con artisti internazionali e icone della musica italiana. 
Un programma che abbraccia diversi generi, dalla musica classica al pop alle nuove tendenze contemporanee.

FIORELLA MANNOIA 

PIAZZA DEI SIGNORI 5 SETTEMBRE 2019


Sarà Fiorella Mannoia ad aprire la seconda edizione di Vicenza in Festival 
giovedì 5 settembre 2019.
La celebre artista salirà sul palco con il suo “Personale Tour”, 
titolo omonimo del nuovo album uscito lo scorso 29 marzo.
Un concerto destinato ad incantare ancora una volta il pubblico con le mille sfumature della sua voce e con le canzoni senza tempo inedite o scritte per lei dai più grandi autori italiani.
Un’artista che attraverso la musica fa sognare, emozionare, riflettere arrivando al cuore con nuove composizioni e con le canzoni della sua carriera immancabili nel repertorio come “Sally” e “Come si cambia”.



MAX GAZZE' 

PIAZZA DEI SIGNORI 6 SETTEMBRE 2019

Sarà Max Gazzè a salire sul palco del Vicenza in Festival 
in Piazza dei Signori venerdì 6 settembre 2019.
Questo sarà un anno on the road per Max Gazzè che ha anticipato ai fan
il suo obiettivo per i prossimi mesi: tornare al suo primo amore, l
a musica live, e girare l’Italia in concerto.
Così dopo il tour per i 20 anni de La Favola di Adamo ed Eva e il successo di Alchemaya, Gazzè ritorna con un grande concerto con il suo intero repertorio, dagli inizi alle ultime hit.
Insieme a lui, in questo nuovo viaggio, i suoi musicisti di sempre: Giorgio Baldi (Chitarre), Cristiano Micalizzi (Batteria), Clemente Ferrari (Tastiere) e Max Dedo e una particolarissima sezione fiati.
Bassista d’eccezione, straordinario musicista, compositore di opere ‘sintoniche’ e colonne sonore, attore sporadico: Max Gazzè è un artista capace di spostarsi in ambiti diversissimi sempre con successo.



OI&B 

PIAZZA DEI SIGNORI 8 SETTEMBRE 2019

TRIBUTO A ZUCCHERO - INGRESSO GRATUITO



VERONA THE CITY OF WINE 2019


VERONA THE CITY OF WINE 2019
11-12-13 OTTOBRE




Hostaria si svolge nelle vie del centro di Verona. L’esperienza è veramente originale: partecipando al Festival si entra in un’unica grande “hostaria” che si snoda per circa 3 chilometri di percorso, tra piazze, vie e ponti di straordinaria bellezza, con le cantine veronesi che propongono degustazioni di vini di pregio provenienti dalle zone di produzione del Valpolicella, del Bardolino, del Lugana, del Soave, del Custoza, dell’Arcole Doc, della Terra dei Forti e del Durello, per una proposta totale di oltre 150 vini.

I Giardini dell’Arsenale saranno dedicati alle eccellenze vinicole extra-veronesi che daranno vita a “Foresteria“, una intera area con cantine e sapori provenienti dalle regioni Italiane.

Alle degustazioni si alternano gli assaggi gastronomici, che si possono fare negli stand delle sbecolerie, disseminate un po’ ovunque lungo il percorso, le quali propongono eccellenze della tavola veronese. Piazza dei Signori sarà la sede delle ciacole in piasa, ovvero le conferenze pubbliche.

Sul ponte di Castelvecchio, uno dei più suggestivi affacci sull’ansa dell’Adige, l’area dedicata agli Oli Extra Vergine di Oliva d’eccellenza.

Il Festival è organizzato dall’Associazione Culturale Hostaria in collaborazione con il Comune di Verona.

La fonte di ispirazione da cui ha preso le mosse il Festival sono i principi stessi dell’Associazione.

I principi sono 5 come le dita di una mano, per essere più facili da ricordare e raccontare. Ogni principio esprime un concetto unico, chiaro e nettamente distinto dagli altri.


Pacchetto 1

15€ – Promozione Prevendita

Include: 9 token degustazione + 1 token speciale da utilizzare nelle nuove aree ospiti di Hostaria 2019 + 1 bicchiere in tritan e 1 sacchetto porta bicchiere omaggio

20€ – alle Casse della manifestazione

Include: 9 token degustazione +1 bicchiere in tritan e 1 sacchetto porta bicchiere omaggio

Pacchetto 2

16€ – Promozione Prevendita

Include: 9 token degustazione + 1 token speciale da utilizzare nelle nuove aree ospiti di Hostaria 2019 +1 bicchiere in tritan e 1 sacchetto porta bicchiere omaggio + 1 abbonamento giornaliero autobus

21€ – alle Casse della manifestazione

Include: 9 token degustazione +1 bicchiere in tritan e 1 sacchetto porta bicchiere omaggio + 1 abbonamento giornaliero autobus

Pacchetto 3

20€ – Promozione Prevendita

Include: 9 token degustazione + 1 token speciale da utilizzare nelle nuove aree ospiti di Hostaria 2019 + 2 bicchieri in tritan e 2 sacchetti porta bicchiere omaggio + 2 biglietti ingresso speciale alla terrazza di Giulietta* + brindisi per 2 persone “Balcone di Giulietta” * (“Biglietto di Coppia”).

L’ultimo ingresso alla terrazza di Giulietta si effettua mezz’ora prima della chiusura della manifestazione.

25€ – alle Casse della manifestazione

Include: 9 token degustazione + 2 bicchieri in tritan e 2 sacchetti porta bicchiere omaggio + 2 biglietti ingresso speciale alla terrazza di Giulietta* + brindisi per 2 persone “Balcone di Giulietta” (“Biglietto di Coppia”).

L’ultimo ingresso alla terrazza di Giulietta si effettua mezz’ora prima della chiusura della manifestazione.

Pacchetto 4

22€ – Promozione Prevendita

Include: 9 token degustazione + 1 token speciale da utilizzare nelle nuove aree ospiti di Hostaria 2019 + 2 bicchieri in tritan e 2 sacchetti porta bicchiere omaggio + 2 biglietti ingresso speciale alla terrazza di Giulietta* + brindisi per 2 persone “Balcone di Giulietta” + 2 abbonamenti giornalieri autobus (“Biglietto di Coppia”).


27€ – alle Casse della manifestazione

Include: 9 token degustazione + 2 bicchieri in tritan e 2 sacchetti porta bicchiere omaggio + 2 biglietti ingresso speciale alla terrazza di Giulietta* + brindisi per 2 persone “Balcone di Giulietta” + 2 abbonamenti giornalieri autobus (“Biglietto di Coppia”).

L’ultimo ingresso alla terrazza di Giulietta 
si effettua mezz’ora prima della chiusura della manifestazione.

*L’esclusivo brindisi a pochi metri dal celebre “Balcone di Giulietta” 
è offerto in collaborazione con il Consorzio dei Lessini Durello.



N.B.: l’assaggio di alcuni vini 
di particolare pregio 
vale 2 o 3 token degustazione



DOVE ACQUISTARE I BIGLIETTI ALLA MANIFESTAZIONE

Ingresso Piazza Sacco e Vanzetti (cassa 1)

Ingresso Via Roma – angolo Piazza Brà (cassa 2)

Ingresso Porta Borsari (cassa 3)

Ingresso Piazza dei Signori (cassa 4)


ORARI APERTURA

Venerdì 11 ottobre dalle 18.00 alle 23.00, chiusura casse alle 22.00

Sabato 12 ottobre dalle 11.00 alle 21.00, chiusura casse alle 20.00

Domenica 13 ottobre dalle 11.00 alle 20.00, chiusura casse alle 19.00

Eventuali gruppi o agenzie 
possono avere promozioni ulteriori contattando: info@hostariaverona.com


Gli ingressi al Festival Hostaria 
sono collocati in 4 punti strategici:
Piazza Sacco e Vanzetti (Giardini dell’Arsenale)
Piazza Bra
Portoni Borsari
Piazza dei Signori






Il percorso collega i giardini dell’Arsenale austriaco con Il cortile Mercato Vecchio, passando attraverso le principali vie e piazze pedonali del centro storico di Verona. Gli stand enogastronomici e le attività culturali del Festival sono concentrati in 3 macro aree:
AREA 1: Ponte Scaligero (Castelvecchio)
AREA 2: Via Roma, Portoni Borsari
AREA 3: Piazza delle Erbe, Piazza dei Signori, Cortile Mercato Vecchio, Giardini di Piazza Indipendenza




1.
Avere come riferimento ideale l’antica funzione dell’osteria, che è quella di ospitare in un clima di convivialità.
Il nome del Festival si ispira al valore dell’ospitalità nelle sue accezioni più alte. Creare occasioni di incontro sociale per condividere passioni, interessi e divertimento è fra le nostre aspirazioni professionali. La migliore convivialità si esprime in luoghi, come le vecchie osterie, dove non ci sono confini di categorie e dove i ruoli sociali sono parificati dal piacere di stare insieme, al di là di ogni differenza.
2.
Valorizzare l’unicità del territorio veronese, privilegiando l’incontro con l’autenticità delle sue tradizioni.
La nostra Associazione è impegnata nella valorizzazione della città di Verona e della sua provincia, attraverso l’ideazione e il coordinamento di eventi come Hostaria che favoriscano l’incontro con le espressioni più autentiche del territorio. La motivazione che ci muove è la nostra consapevolezza di vivere e lavorare in un luogo bellissimo, ricco di arte e storia, di bellezze paesaggistiche e di eccellenze enogastronomiche, meta di un turismo internazionale sempre più interessato ad approfondire la conoscenza di questo straordinario Patrimonio Mondiale UNESCO.

3.
Promuovere in ogni occasione l’esperienza enogastronomica, in quanto patrimonio economico e culturale del territorio.
Nata per sostenere l’organizzazione del Festival del vino e della vendemmia di Verona, l’Associazione Hostaria si occupa della progettazione e della realizzazione di eventi costruiti attorno alla scoperta e all’esperienza del gusto, all’interno di una cornice ambientale ricca di valore e di suggestione. La certificazione della qualità dei prodotti promossi è premessa fondamentale da cui parte ogni nostra iniziativa.

4.
Creare intrattenimento e interesse attorno a contenuti culturali significativi e attraenti, pensati per il pubblico più ampio.
Accanto alla suggestione del luogo e al clima conviviale dell’evento “popolare”, ciò che rende più significativa e memorabile l’esperienza del gusto è la presenza di stimoli culturali originali. Cerchiamo quindi di portare nel Festival contenuti di qualità, perché siamo convinti che la contaminazione tra piazza e cultura sia un ingrediente fondamentale per attuare una valorizzazione autentica del territorio.

5.
Favorire in ogni modo l’inclusione sociale, dedicando cura e attenzione anche alle fragilità e alle diversità. Crediamo che una società evoluta debba essere molto attenta alle persone più fragili, come anche a tutti coloro che per varie ragioni incontrano ostacoli alla propria integrazione. Per questo il Festival Hostaria vuole garantire il più ampio accesso possibile all’evento, senza escludere nessuno. Come Associazione collaboriamo inoltre a progetti che favoriscono l’inclusione sociale e sosteniamo campagne di sensibilizzazione finalizzate alla realizzazione di una società di più aperta e più solidale.


Banco Del Mutuo Soccorso


L'immagine può contenere: testo


Banco Del Mutuo Soccorso
Transiberiana..Il Viaggio Continua

2 settembre Verona, Teatro Romano
1 novembre Velletri, Teatro Artemisio
7 novembre Brescia, Dis_Play Brixia Forum
8 novembre Milano, Teatro dal Verme
16 novembre Torino, Teatro Colosseo
5 febbraio Genova, Politeama Genovese


Special Guest: GIANNI NOCENZI
Dopo il grande entusiasmo con cui è stato accolto il recente album “Transiberiana” (Inside Out Music/Sony Music Group), il Banco del Mutuo Soccorso si esibirà a Verona il 2 settembre, al Teatro Romano.

Il pubblico avrà modo di ascoltare, per la prima volta dal vivo, i brani che compongono il nuovo lavoro, riflesso di tutta la carriera del Banco e di ciò che la band è al giorno d’oggi, l’altra faccia di una storia che continua e che fa proprio il tempo nuovo. Il concerto di Verona sarà anche l’occasione per riascoltare le composizioni più famose del Banco, quelle che hanno reso il gruppo uno dei punti di riferimento del rock progressive.
Un ritorno molto atteso, dopo le dolorose vicissitudini degli ultimi anni. Il gruppo, guidato dal carismatico leader Vittorio Nocenzi, tornato per ribadire il proprio ruolo storico di protagonisti della scena prog italiana ed internazionale, è riuscito appieno nell’intento. Sia il pubblico che la critica hanno accolto calorosamente il nuovo lavoro di inediti, a dimostrazione del fatto che il Banco ha ritrovato nuova linfa vitale e rinnovata energia, e che la sua storia continua, fortificata dalla vena creativa ancora intatta di Nocenzi, e dal contributo fondamentale di una famiglia di musicisti all’apice della loro maturità, e consapevoli nel ricreare attraverso il nuovo quel che pareva unico e mai più ripetibile.
“Transiberiana” segna il ritorno discografico del Banco a 25 anni di distanza dall’ultimo album da studio, “13”, pubblicato nel 1994. Il nuovo album ha debuttato al secondo posto nella classifica dei vinili e al diciannovesimo di quella generale, tra i dischi più venduti in Italia.
Quarantasei anni intercorrono tra il “Salvadanaio” e “Transiberiana”, anni di mutamenti profondi nella società, nel costume e nel gusto. Cambiamenti percepibili nel nuovo lavoro, senza che però il Banco abbia perso la sua essenza originale, il suo approccio fuori dagli schemi, lontano dal luogo comune, d’avanguardia pur mantenendo un legame viscerale con le radici della musica.
Il Banco del Mutuo Soccorso è guidato fin dagli esordi da Vittorio Nocenzi (pianoforte, tastiere e voce), e con lui saranno sul palco Filippo Marcheggiani (chitarra elettrica) da più di vent’anni nel gruppo, Nicola Di Già (chitarra ritmica) con la band da diverse stagioni, Marco Capozi (basso) volto noto ai fan del prog per la sua militanza nel Balletto di Bronzo, Fabio Moresco (batteria) ex componente del gruppo rock progressive Metamorfosi, e Tony D’Alessio (lead vocal), da anni nell’orbita Banco e che raccoglie la pesante eredità di Francesco Di Giacomo, senza mai scadere nell’emulazione, tracciando invece una linea stilistica personale, nel segno della continuità ma anche del rinnovamento.


David Garrett

photo RRRemi2015
David Garrett 
live a Verona 
15 settembre2019



DAVID GARRETT torna in Italia
per celebrare i suoi 10 anni di crossover
DAVID GARRETT annuncia “UNLIMITED – GREATEST HITS – LIVE”, un nuovo tour mondiale con cui celebrerà i suoi dieci anni di crossover con i suoi fan. Rispondendo al richiamo della sua sempre crescente fan-base italiana, Garrett farà ritorno nel nostro paese nella straordinaria cornice dell’ARENA DI VERONA nel 2019 con il suo spettacolare programma crossover!


Sin dagli esordi della sua carriera, DAVID GARRETT non ha mai permesso ai limiti dei vari generi musicali di contenerlo. Pertanto “UNLIMITED” è ben più del titolo di un tour: è la sua filosofia di vita. Chiunque conosca DAVID GARRETT sa che la sua creatività non ha limiti. Grazie alla sua passione per la musica, è riuscito a creare un pubblico totalmente nuovo non solo per il crossover, ma anche e per la musica classica. Con le sue interpretazioni inebrianti di successi rock come “Purple Rain” o “Smells Like Teen Spirit”, i suoi struggenti adattamenti di inni come “Nothing Else Matters” o “November Rain”, la sua interpretazione di brani pop celebri in tutto il mondo, come “Viva la vida” o “Hey Jude”, e i suoi arrangiamenti di melodie classiche come la “Sinfonia n. 5″ di Beethoven o “Clair de Lune” di Debussy, Garrett sa ammaliare folle positivamente estatiche, che spesso balzano in piedi applaudendo e danzando in modo sfrenato.
Facendo seguito al suo celebre e acclamato concerto “EXPLOSIVE LIVE” del 2017, DAVID GARRETT torna in Italia con il suo inedito programma. I biglietti per il tour “UNLIMITED – GREATEST HITS – LIVE” all’ARENA DI VERONA saranno in vendita dalle ore 11:00 di lunedì 8 aprile 2019 sui circuiti Ticketone, Unicredit, Geticket, e in tutti i punti vendita.


David Garrett

“Non vedo davvero l’ora di partire con il tour
“UNLIMITED – GREATEST HITS – LIVE 2019”, ora più che mai, voglio accompagnare i miei fan in un emozionante viaggio musicale” afferma 
DAVID GARRETT. “Insieme alla mia band, ai miei amici e ai miei fan, voglio celebrare la musica e gli ultimi dieci anni.”

Per più di dieci anni di carriera crossover internazionale, DAVID GARRETT ha continuato a superare se stesso. Non da ultimo, con il suo tour 
“EXPLOSIVE LIVE”, che ha venduto più di 400.000 biglietti in venti paesi. Un Paganini pop, un Jimi Hendrix violinista, DAVID GARRETT è il “Violinista del Diavolo” dei nostri giorni, una superstar internazionale in grado di offuscare i confini tra Mozart e Metallica. Osannato per essere stato il pioniere del crossover contemporaneo e per il suo modo di suonare eccezionalmente virtuoso, David è perfettamente a suo agio nell’eseguire dalle più complesse composizioni classiche con i migliori direttori d’orchestra e orchestre del mondo, ai successi rock più apprezzati dal pubblico degli stati. Ammirato da milioni of fans in tutto il mondo, DAVID GARRETT ha già venduto milioni di biglietti e vinto 24 dischi d’oro e 16 di platino in ogni angolo del mondo: da Hong Kong alla Germania, dal Messico a Taiwan, Brasile e molti altri ancora. Sa combinare il carisma di una rock star con il virtuosismo innato solo ai migliori strumentalisti dei nostri giorni.

Non perderti una serata elettrizzante con DAVID GARRETT & HIS BAND! 
Con “UNLIMITED – GREATEST HITS – LIVE” assisterai a un programma di crossover irripetibile, ai migliori brani hard rock in assoluto, oltre a struggenti ballate e, naturalmente, un po’ di magnifica musica classica. Acquista ora il tuo biglietto per lo show dell’anno!









Evanescence



L'immagine può contenere: 4 persone, testo

Evanescence 
Arena di Verona
2 Settembre 2019

Dopo l’indimenticabile sold out al Teatro degli Arcimboldi di Milano nel marzo 2018, tornano in Italia gli EVANESCENCE, band tra le più rappresentative del panorama rock internazionale, pronta a stupire ancora una volta il pubblico italiano con una speciale data evento, nella location più suggestiva ed emozionante di sempre: l'Arena di Verona.

La data:
2 settembre Verona, Arena 

Special guest: Veridia


Nati alla fine degli anni ‘90, nel marzo del 2003 pubblicano Fallen, l’album che ha consacrato il loro successo, permettendo alla band di farsi conoscere e apprezzare dal mondo intero. La miscela di gothic e hard rock diventa uno dei casi più degni di nota nella stagione musicale dell’epoca, anche grazie ai singoli ‘My Immortal’, ‘Bring me to life’ e ‘Going Under’. Dopo l’uscita del fondatore Ben Moody e un silenzio artistico durato circa due anni, il gruppo torna con l’album The Open Door, anticipato dal celebre brano ‘Call Me When You’re Sober’, un disco che Amy stessa definisce di “purificazione”, in cui può liberamente esprimere i propri conflitti interiori, le sue personali esperienze di vita e una visione del successo non più pessimista, ma risolutiva.

A ottobre del 2011 esce ‘What you want’, traccia che precede Evanescence, il terzo album con cui la band torna all’origine del rock, entrato direttamente alla prima posizione della Billboard 200. Al termine della tournée mondiale legata all’album, sul palco della Wembley Arena di Londra, Amy Lee annuncia una lunga pausa musicale della band.

Durante gli anni di silenzio artistico e dopo una parentesi solista di Amy, il gruppo non smette di creare e sperimentare, evolvendo verso un percorso che non può non sorprendere. È, infatti, nel novembre 2017 che gli EVANESCENCE incidono ‘Synthesis’, un progetto straordinario di reworking relativo ai tre precedenti album in studio, con l’aggiunta di due inediti.

Synthesis è una fusione tra il canto virtuoso e il pianoforte di Amy Lee, supportato dalla sua band, un’orchestra sinfonica guidata dagli arrangiamenti di David Campbell, collaboratore di lunga data, e una serie di programmi ed effetti di musica elettronica progettati dal co-produttore Will Hunt, con il mixaggio di Damian Taylor (già noto per le collaborazioni con Björk, The Killers e Arcade Fire). Il risultato è una sintesi tra organico e sintetico, suoni classici e rock, in una reinterpretazione del passato con lo sguardo sempre rivolto al futuro, una narrativa concettuale che porta l'ascoltatore in un viaggio dall’oscurità alla luce accompagnato da un mix di groovy, elettronica e vibrazioni classiche.

Dopo il Synthesis Live Tour, uno show in acustico senza precedenti, accompagnato da una grande orchestra con cui la band ha girato il mondo in 82 date, compresa la tappa italiana a marzo 2018, gli EVANESCENCE tornano al punto di partenza riabbracciando il gothic-rock. La band statunitense, pluripremiata ai Grammy Awards, sarà in Italia il 2 settembre per un’incredibile performance nella meravigliosa cornice dell’arena di Verona.

Attenzione! La disponibilità dei biglietti è limitata.


NOTRE DAME DE PARIS





NOTRE DAME DE PARIS


NOTRE DAME DE PARIS 2019

DOPO IL GRANDE SUCCESSO DELLE PRECEDENTI STAGIONI
CON 4 MILIONI SPETTATORI
E DOPO AVER SUPERATO LE PRESENZE DEI PIÙ GRANDI LIVE DELLA MUSICA ROCK E POP TORNA NEL 2019 L’OPERA MODERNA PIU’ FAMOSA AL MONDO TRATTA DALL’OMONIMO ROMANZO DI VICTOR HUGO, CON LE MUSICHE DI RICCARDO COCCIANTE E LE LIRICHE ORIGINALI DI LUC PLAMONDON​

CALENDARIO STAGIONE 2019:

13/14/15 settembre 2019 - Pesaro @ Vitrifrigo Arena

19/20/21 settembre 2019 - Parma @ Parco Cittadella

3/4/5 ottobre 2019 - Verona @ Arena di Verona

17/18/19/20/22/23/24/25/26/27/29/30/31 ottobre e 1/2/3/5/6/7/8/9/10 novembre 2019 - Milano @ Teatro degli Arcimboldi

22/23/24 novembre 2019 - Casalecchio di Reno (BO) @ Unipol Arena

28/29/30 novembre e 1 dicembre 2019 - Firenze @ Mandela Forum

4/5/6/7/8 dicembre 2019 - Napoli @ Teatro PalaPartenope

11/12/13/14/15 dicembre 2019 - Bari @ PalaFlorio

20/21/22 dicembre 2019 - Torino @ Pala Alpitour

27/28/29 dicembre 2019 - Roma @ PalaLottomatica

Dopo il travolgente successo di pubblico delle precedenti stagioni, con la cifra record di 3 milioni e ottocentomila spettatori, torna a teatro “Notre Dame de Paris”, uno fra i più grandi successi di sempre nella storia dello spettacolo in Italia, tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo. Lo show più importante mai stato realizzato in Europa, prodotto da David e Clemente Zard, partirà a ottobre 2019 con una tournée interamente curata da Vivo Concerti.

Un’ascesa incredibile che, soltanto nella stagione 2016, ha superato un milione di spettatori e affollato le 43 tappe italiane, per 283 repliche a colpi di sold out, in 31 città. Nello stesso anno, inoltre, lo spettacolo, diventato un vero e proprio cult, ha fatto impennare le vendite dei biglietti a teatro, capitanando la classifica dei titoli e superando le presenze dei più grandi live della musica rock e pop.

NOTRE DAME DE PARIS racchiude un’alchimia unica e irripetibile: la firma inconfondibile di Riccardo Cocciante rende le musiche sublimi e inconfondibili, regalando all’opera un carattere europeo. Il magistrale adattamento di un romanzo emozionante, come quello scritto da Victor Hugo, ad opera di Pasquale Panella, si affianca alle coreografie e ai movimenti di scena curati da Martino Muller. I costumi sono di Fred Sathal e le scene di Christian Ratz; diretti dal sapiente regista Gilles Maheu: un team di artisti di primo livello che ha reso quest’opera un assoluto capolavoro.

Dietro a questi sorprendenti risultati, l’intuizione di David Zard, impresario e produttore visionario, che descrive lo spettacolo con queste parole: “Dopo 15 anni Notre Dame de Parisha continuato a tenere la scena con un successo strepitoso, che non conosce paragoni. Questo progetto era entrato nel DNA degli italiani. Il nostro paese non aveva mai visto così tanti spettatori e repliche per un musical. Notre Dame de Paris non solo ha detenuto ogni record di pubblico in Italia con quasi 4 milioni di spettatori, ma ha rivoluzionato la scena dello spettacolo nel nostro paese.”

NOTRE DAME DE PARIS debuttava nella sua versione originale francese il 16 settembre 1998, al Palais des Congrès di Parigi, dove fu subito trionfo. Quattro anni dopo, David Zard produceva la versione italiana con l’adattamento di Pasquale Panella, il 14 marzo 2002, al Gran Teatro di Roma, costruito per l’occasione, si teneva la “prima” di quello che sarebbe stato il musical dei record, un’emozione che, da allora, ha “contagiato” 3 milioni e ottocentomila spettatori. Un successo travolgente che ha raggiunto non solo il pubblico di Francia e Italia, ma quello di tutto il mondo: Inghilterra, Svizzera, Russia, Canada, fino a Cina, Giappone, Corea del Sud, Libano, Turchia, insieme a decine di altri paesi, riscuotendo ovunque un numero di presenze senza precedenti.




ROMEO e GIULIETTA


L'immagine può contenere: 1 persona, testo

ROMEO e GIULIETTA

SERGEI POLUNIN
26 agosto, Arena di Verona

La nuova anima della danza
la “rockstar” sulle punte

ALINA COJOCARU, JOHAN KOBBORG
e un cast di 20 ballerini
nella prima mondiale di
Romeo & Giulietta

Il Festival della Bellezza di Verona balla sulle punte: spiazzante, travolgente, star assoluta del balletto internazionale, Sergei Polunin, la nuova “anima rock” della danza, debutta con Alina Cojocaru, Johan Kobborg e un cast di 20 ballerini nella prima mondiale di Romeo & Giulietta, lunedì 26 agosto (ore 21.00) all’Arena di Verona.
Lo spettacolo è prodotto da Polunin ink e Showbees in collaborazione con ATER (Associazione Teatrale Emilia-Romagna) e con il Festival della Bellezza.

Sergei Polunin è stato ospite il 21 giugno a Verona per assistere in Arena 

alla prima de “La Traviata”, ultimo lavoro firmato dal Franco Zeffirelli, 
da poco scomparso. L’incontro è stato organizzato in collaborazione con PRAXI Intellectual Property SpA.Vini offerti dalla Cantina Giannitessari di Roncà (Vr).

Zeffirelli è stato uno dei più grandi registi italiani - ha detto Sergei Polunin ricordando l’artista scomparso -, sono contento di essere a Verona per assistere a La Traviata per la prima volta, e celebrare un regista leggendario. Sono affascinato dal cinema, e guarderò il suo film per farmi ispirare. Mi rende felice poter danzare sul palcoscenico dell’Arena, un luogo meraviglioso, spero che la città sia orgogliosa di ospitare il nostro spettacolo Romeo & Giulietta. Romeo è un personaggio non solo romantico, ma soprattutto passionale, vivace: cercherò di interpretarlo con questo spirito, e farlo a Verona lo rende una grande emozione”.

Per la sua VI edizione il Festival della Bellezza propone nell’ambito della propria programmazione una versione originale e contemporanea della celebre tragedia shakespeariana musicata da Prokofiev.

Grazie alle coreografie di Johan Kobborg (anche lui nel cast nei panni di Tebaldo), alle scene di David Umemoto - scultore e visual artist - e a un corpo di 20 danzatori di livello mondiale, Romeo & Giulietta, pur nella fedeltà alla tradizione del balletto classico, si arricchisce di traiettorie e gestualità che aprono nuove prospettive nell’arte della danza.

Una messinscena vibrante di una delle più potenti e tragiche opere di William Shakespeare, nella città della coppia di innamorati più famosa della storia.


Al centro della scena brilla l’estro virtuoso di Sergei Polunin, celebrità di  
fama mondiale che innova i canoni del balletto classico, circondato dall’alone delle rockstar, diretto discendente della stirpe di geniali, sensuali, iperbolici danzatori che da Nijinsky a Nureyev hanno infiammato i teatri e
l’immaginario di milioni di fan.
Un Romeo post-litteram, più veloce ed eccitante, proiettato al futuro, che trova nel talento e nei muscoli del trentenne danzatore ucraino il diapason delle infinite potenzialità della danza.
Polunin, spirito inquieto e indipendente, innovatore per vocazione, fa della commistione di contesti creativi – oltre alla danza, è protagonista al cinema, nella moda, nella recitazione – il tratto distintivo di un nuovo approccio all’arte di Tersicore. L’altra metà della storia d’amore vive nella grazia e nel talento di Alina Cojocaru, Giulietta, danzatrice rumena di fama mondiale, da anni ballerina principale dell’English National Ballet e parte di alcuni tra i più prestigiosi corpi di ballo internazionali.

Romeo & Giulietta è parte del programma della VI edizione del Festival della Bellezza. Con eventi ideati appositamente, connessi tra di loro, riflessioni in format teatrale, concerti e spettacoli unici e in prima nazionale in scenari storici di grande suggestione architettonica e artistica, il Festival è oggi un unicum nel panorama culturale italiano.

SERGEI POLUNIN - FRANCO ZEFFIRELLI
TRA “LA TRAVIATA” E “ROMEO & GIULIETTA”, 
IN ARENA DI VERONA UNA CONNESSIONE SUL FILO DELL’ARTE

Viaggia sul filo dell’arte, quella della danza e del cinema, la connessione tra il ballerino Sergei Polunin e il regista Franco Zeffirelli, attraverso una delle più grandi storie mai narrate e una città tra le più belle al mondo.
La tragedia di Romeo e Giulietta, che ha in Verona il suo magico palcoscenico, ha trovato forma visiva nel 1968 attraverso l’omonimo film di Zeffirelli, una delle trasposizioni più fedeli e acclamate dell'opera shakespeariana. Immagini di amore e dramma, che si fanno danza e musica nel balletto musicato da Prokofiev, di cui Polunin sarà protagonista il 26 agosto in prima mondiale all’Arena di Verona, con coreografie di Johan Kobborg.
Ed è proprio in Arena che il 21 giugno va in scena la prima de La Traviata, ultimo lavoro diretto da uno dei più celebri registi italiani, scomparso da poco.
Un luogo iconico e un maestro del cinema, che trovano un punto di contatto nell’arte di Sergei Polunin, interprete della bellezza della danza e di un’opera

immortale.


PFM e Cristiano DeAndré 
Cantano Fabrizio




PFM e Cristiano DeAndré 
Cantano Fabrizio
Arena Verona
29 Luglio 2019

PFM – Premiata Forneria Marconi salì sul palco 
insieme a Fabrizio de André nel 1978;
Cristiano De André nel 1996 per il tour di “Anime Salve”.

Entrambi più volte hanno riarrangiato la poesia di Faber, dandole nuova 
veste musicale e sottolineando come i suoi versi continuino ad essere attuali.

Il 29 luglio nella straordinaria cornice dell’Arena di Verona la prog band italiana più famosa al mondo, PFM – Premiata Forneria Marconi, e il polistrumentista 
e cantautore CRISTIANO DE ANDRÈ si alterneranno sul palco con le loro rispettive performance e condivideranno il gran finale di un concerto imperdibile dedicato a 
Fabrizio de André:
  “PFM Premiata Forneria Marconi – CRISTIANO DE ANDRÉ 
cantano FABRIZIO”!

Le storie d’amore, degli ultimi, dei soldati e dei carcerati cantate da Fabrizio De André saranno interpretate, da una parte, da PFM Premiata Forneria Marconi, con gli arrangiamenti del fortunato tour “Fabrizio De André e PFM in concerto” 
e le complesse armonizzazioni tipiche del gruppo e, dall’altra, da 
Cristiano De André, con la sua dinamica inaspettata dal tocco rock. 
Sopra a tutto questo, le parole cariche di poesia di Faber.

Il concerto è prodotto da D&D Concerti e da BMU 
in collaborazione con Eventi Verona 
con il patrocinio morale della 
Fondazione Fabrizio De André.

PFM – Premiata Forneria Marconi è attualmente protagonista sui palchi di tutta Italia con “PFM canta De André – Anniversary” che ha fatto registrare 45 sold out in prevendita e, visto l’enorme successo, saranno previste diverse repliche in autunno. Questo tour arriva a 40 anni dai live “Fabrizio De André e PFM in concerto” per celebrare il fortunato sodalizio con il cantautore genovese e riproporre una serie di concerti dedicati a quell’evento. “PFM canta De André – Anniversary” segue l’intenso tour mondiale (che ha riscosso un travolgente successo dal Giappone alle Americhe passando per il Regno Unito), la premiazione ai Prog Music Awards UK 2018 come “Band internazionale dell’anno” e la partecipazione alla “CRUISE TO THE EDGE” come unico artista italiano in questa e nelle passate edizioni.

CRISTIANO DE ANDRÉ è attualmente in tour nei teatri d’Italia con “Storia di un impiegato”, storico disco di Faber arrangiato come una vera e propria opera rock, affiancato da altri celebri brani di repertorio come “Fiume Sand Creek” e “Don Raffaè”, che hanno affrontato il tema della lotta per i diritti, e altre perle, contenute nei progetti discografici di grande successo “De André canta De André – Vol. 1” (2009), “De André canta De André – Vol. 2” (2010) e “De André canta De André – Vol. 3” (2017). La regia dello spettacolo, curata da Roberta Lena, è piena di soprese, dai visual, alle luci. Dopo i numerosi sold out, continuano ad aggiungersi nuove date e, a grande richiesta, il tour proseguirà anche in estate.

FM – Premiata Forneria Marconi salì sul palco insieme 
a Fabrizio de André nel 1978;
Cristiano De André nel 1996 per il tour di “Anime Salve”.

Entrambi più volte hanno riarrangiato la poesia di Faber, dandole nuova veste musicale e sottolineando come i suoi versi continuino ad essere attuali.
Le storie d’amore, degli ultimi, dei soldati e dei carcerati cantate da 
Fabrizio De André saranno interpretate, da una parte, da 
PFM Premiata Forneria Marconi, con gli arrangiamenti del fortunato tour “Fabrizio De André e PFM in concerto” e le complesse armonizzazioni tipiche del gruppo e, dall’altra, da Cristiano De André, con la sua dinamica inaspettata dal tocco rock. Sopra a tutto questo, le parole cariche di poesia di Faber.





Jethro Tull 
by 
Ian Anderson


Jethro Tull 
by 
Ian Anderson


Dopo il successo del tour primaverile con un sold out dietro l’altro, 
i Jethro Tull, band riferimento del progressive rock mondiale, 
annunciano due nuovi grandi appuntamenti estivi nel nostro paese 
con il tour che celebra i 50 anni 
di attività del gruppo.


Ian Anderson RRRemi2010


Le date:


23 giugno Taormina, Teatro Antico
15 luglio Cremona, Piazza del Comune
16 luglio Genova, Arena del Mare - Goa-Boa Festival
27 luglio Villafranca (Vr), Castello Scaligero
28 luglio Majano (Ud), Festival di Majano
5 novembre Milano, Teatro Dal Verme
6 novembre Roma, Teatro Brancaccio
7 novembre Roma, Auditorium Parco della Musica


Attenzione! La disponibilità dei biglietti è limitata.

I Jethro Tull sono una leggenda vivente della musica internazionale, con i loro più di 60 milioni di album in tutto il mondo. Era il 2 febbraio del 1968 
nel famoso Marquee Club di Wardour Street a Londra, quando i 
Jethro Tull si esibirono per la prima volta sotto questo nome. Per celebrare questo anniversario, Ian Anderson porta in tutto il mondo il
“Jethro Tull 50 Anniversary Tour”.
Ogni concerto del tour cinquantennale sarà un ampio mix degli album storici della band, da “This Was” fino ai giorni nostri.

I Jethro Tull, fondati nel 1967 dallo scozzese Ian Anderson, sono tra le band icone del rock progressivo. Nel corso della sua incredibile carriera, il gruppo, esordendo dal blues, ha attraversato la storia del rock, sperimentando i più svariati generi: folk rock, hard rock, progressive rock e musica classica, lasciandosi sempre contraddistinguere dalla presenza dominante del flauto traverso del leader. Tra i diversi riconoscimenti ottenuti nel corso della lunga carriera, è da ricordare il “Best Hard Rock/Metal Performance” ricevuto nel 1989 con “Crest of a Knave”. Esordiscono nel 1968 con “This Was”, album che mette subito in luce le due anime blues e jazz della band. Il successivo “Stand Up” (1969) è il primo vero successo della formazione, la cui chiave fu principalmente nel suono del flauto e nella personalità di Ian Anderson. L’ingresso a pieno titolo del flauto nel rock è infatti merito soprattutto di questa straordinaria band e del suo fondatore. I Jethro Tull hanno alle spalle 21 album in studio, 
11 album dal vivo e ben 16 raccolte, l’ultima delle quali pubblicata nel 2018 per celebrare i 50 anni di attività. Due anni fa Ian Anderson ha comunicato il 
ritorno del gruppo sulle scene, annunciando il tour celebrativo in occasione dell’importante anniversario e pubblicando l’anno dopo 
“50th Anniversary Collection (Jethro Tull)”
raccolta contenente 15 brani selezionati personalmente da Ian Anderson. 

Attualmente la band è composta dallo stesso 

Ian Anderson (voce, flauto, chitarra acustica), 
Florian Opahle (chitarra elettrica), David Goodier (basso), 
John O’Hara (tastiere), Scott Hammond (batteria, percussioni).


TOTO

TOTO 
Marostica Summer Festival 2019


Saranno i Toto ad aprire mercoledì 3 luglio 2019 
la quinta edizione del Marostica Summer Festival.
I Toto arrivano in Piazza Castello con il tour che celebra i 40anni 
della loro carriera e che sta facendo registrare il sold out in tutto il mondo.

TOTO RRRemi 2015


Pochi gruppi, nella storia della musica, hanno lasciato 
individualmente o collettivamente un’impronta più vasta nella 
cultura popolare dei membri dei TOTO.
Singolarmente, i membri della band, possono essere ascoltati in 5000 album che rappresentano globalmente una vendita totale di mezzo miliardo di album. 

Steve Lukather RRRemi 2018 

Con oltre quaranta anni passati insieme, e migliaia di collaborazioni con altri artisti, i TOTO rappresentano ancora una delle band di maggior successo di vendita nel mondo sia a livello di tour che di album.
Ormai sono da considerarsi come pop culture, e sono una delle poche band degli anni ‘70 che hanno resistito ai cambi di moda e stili con una carriera 
che gode di una fan base mondiale che attraversa le generazioni.
Il loro “40 Tripes Around The Sun Tour” li ha portati nelle arene di Europa 
e Nord America, facendo registrare il sold out in venue prestigiose: 
si tratta del tour più lungo che la band ha intrapreso in molti anni.

I TOTO hanno annunciato l’uscita del loro cofanetto in edizione limitata
 “All In” 
Le date:
3 luglio Marostica, Piazza Castello  
Marostica Summer Festival
4 luglio Roma, Cavea Auditorium Parco della Musica  Roma Summer Fest
5 luglio Lucca, Piazza Napoleone 
Lucca Summer Festival

Biglietti in vendita Online su www.ticketone.it 

Prezzi Prevendite:
PIT AREA – Fronte Palco € 50,00 + diritti di prevendita
Posto in piedi € 40,00 + diritti di prevendita
Tribuna centrale € 55,00 + diritti di prevendita


Informazioni e prevendite:
Due Punti Eventi,
via Marco Corner 19/21 – Thiene (VI)
tel. 0445.360516 - eventi@due-punti.com

Associazione Pro Marostica,
Piazza Castello, 1 – Marostica (VI)
tel. 0424.72127 – info@marosticascacchi.it


Cancer Drugs & Rock n' Roll‎
Rock N' Roll On The Sea


Cancer Drugs & Rock n' Roll‎

Rock N' Roll On The Sea
REDENTORE 20 LUGLIO 2019

Piazza San Marco Venezia- Italy



L'evento più esclusivo dell' estate 2019

Evento Benefico 
Cancer, Drugs & Rock'n'Roll by Alex Ruffini

Info e prenotazioni :348-0997181
posti limitati, la prenotazione diventa effettiva 
solo tramite contatto telefonico entro e non oltre il 10 Luglio 2019.

20 luglio 2019 ritrovo e imbarco passeggeri 
con servizio di moto taxi:
FONDAMENTA ZATTERE dalle 16:00 alle 17:00 


Ore 16:30 DJ Set By Mario Tio Tiozzo x "Materiale Resistente".

Ore 18:00 Steve Saluto + Alex de Rosso (acustic duo) 

Ore 19:00 Perfect View - (Melodic Rock) 

Ore 20:10 Thomas Silver Band (ex Hardcore Superstar) 

Ore 21:30 Psycho Circus (KISS Tribute band) 

Ore 23:30 Spettacolo Pirotecnico del Redentore di Venezia.


Compreso nel biglietto:

Cena a base di Grigliata alla Veneta 
verdure + 1 Bibita a scelta



ORGANIZZAZIONE

Martino Ruffini (x CancerDrugs&Rock'nRoll)

Roberto CJ Toffolo ( Psycho Circus )

Frank Paulis (x GlamShotProduction)


PARTNERS

CLASSIX! (Magazine)

FROG (Amps)

DOGAL (Strings)

ROCK ON (Web Radio)

ROCK OF AGES (Web Radio)

FAMIGLIA CHIARANDA (Sponsor)



Bon Iver


Bon Iver
17 luglio Villafranca di Verona
Castello Scaligero


Il re incontrastato dell’indie americano, vincitore di due Grammy Awards e autore di tre album di culto, arriva in Italia dopo anni di attesa per un’unica imperdibile data nella splendida location del 

Castello Scaligero di Villafranca di Verona il prossimo 17 luglio.



BON IVER è la creatura artistica del barbuto Justin Vernon, trentottenne proveniente dal freddo Wisconsin e dotato di una voce inconfondibile. Acclamato dalla stampa e dal pubblico di tutto il mondo Bon Iver ha pubblicato ad oggi tre album e molte collaborazioni.
Nel debutto, For Emma, Forever Ago, uscito nel 2007, Justin Vernon suona tutti gli strumenti e partorisce un album che diventa in brevissimo tempo il manifesto di una intera generazione: testi brevi ed evocativi, incredibile attenzione alla melodia, intimismo struggente, purezza compositiva. FEFA ottiene immediatamente un incredibile successo di critica e di vendite, entrando nelle classifiche degli di Stati Uniti, Regno Unito, Paesi Bassi, Belgio e Irlanda.

Nel 2011, per la prestigiosa etichetta 4AD, esce Bon Iver, Bon Iver ed immediatamente si afferma come un assoluto capolavoro, disco dell’anno di pitchfork, e di molte altre prestigiose testate musicali, qui la tavolozza sonora dell’artista si espande oltre lo scarno suono acustico dell’album di debutto.

Bon Iver, Bon Iver è un paesaggio lussureggiante che si stende su delicate chitarre elettriche, intricate tastiere, e sottili suoni di fiati e sezioni d’archi, conservando intatti i cori spettrali e i densi strati vocali per i quali Bon Iver è universalmente riconoscibile.

L’album è stato registrato e mixato all’April Base Studios, un’ex clinica veterinaria in Fall Creek, WI, trasformata in uno studio di registrazione da Vernon e suo fratello. I membri regolari di Bon Iver (oltre a Justin Vernon) Sean Carey, Mike Noyce e Matt McCaughan hanno contribuito alle voci, alla batteria e alla produzione; Rob Moose (Antony and the Johnsons, The National) ha aiutato negli arrangiamenti e agli archi; e Jim Schoenecker e Tom Wincek hanno contribuito alla lavorazione.

Dopo la pubblicazione di questo album, Bon Iver raggiunge una fama e un successo planetari, e collabora con artisti come the roots, james blake, flaming lips, the national. La voce di Justin è in due brani di Kanye West, uno dei quali è stato usato anche per la colonna sonora di New Moon, il secondo capitolo della saga Twilight.

La musica di Bon Iver è inoltre presente anche nella colonna sonora del film di Gus Van Sant, Restless - l'amore che resta, e del film di di Alexander Payne con George Clooney “Paradiso Amaro”.

Il 30 settembre 2016 arriva finalmente il terzo album 22, A Million e di nuovo Justin riesce a spiazzare tutti abbracciando sonorità elettroniche, dissonanti, e costruendo un universo che è giungla elaboratissima di simboli visivi e sonori. 
Le dieci canzoni che compongono il nuovo lavoro sono una raccolta di momenti sacri, di tormenti sentimentali e allo stesso tempo di salvezza, di ricordi intensi, di segni che si possono incatenare o ignorare come coincidenze. Un album calibrato e pensato in ogni movimento che ottiene come sempre un grande successo.

Dopo un periodo di silenzio, esce Big Red Machine, titolo dell'album dell’omonimo duo che Justin ha formato insieme a Aaron Dessner dei The National.